Militanti Rif. Comunista Salerno in sciopero fame a sostegno politici palestinesi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Oggi, 3 maggio, è il 16° giorno dello sciopero della fame che oltre 1500 prigionieri palestinesi “ospiti” nelle carceri israeliani stanno attuando. Una notizia del genere dovrebbe appunto essere una notizia da pubblicare e diffondere tramite  tutti i mezzi di informazione.

Eppure ciò non avviene. Non riscontriamo nel nostro sistema informativo nemmeno una riga.

Le loro rivendicazioni sono semplici che solo uno stato razzista e sempre più basato sull’apartheid anche sul piano giuridico e che nei fatti è diventato uno stato religioso, come quello di Israele, non le accetti forti anche del silenzio complice della comunità internazionale compreso lo stato italiano.

Le rivendicazioni che i prigionieri palestinesi non sono null’altro diritto fondamentali previsti dalla stessa legislazione internazionale:

1) poter ricevere le visite dei loro familiari;

2) la fine dell’isolamento cui sono sottoposti (alcuni da svariati anni);

3) la fine degli arresti arbitrari di massa e senza la formalizzazione di nessun tipo di accusa;

4) fine delle torture, dei maltrattamenti e delle misure punitive cui sono sottoposte in modo sistematico (compresi, spesso, donne e minori);

5) assistenza e cure mediche e diritto all’istruzione;

6) la fine della disumanità con cui sono trattati i prigionieri durante i trasferimenti.

A fianco dei prigionieri i nostri militanti e iscritti, da domani giovedì 04, per manifestare la loro solidarietà e vicinanza alla resistenza dei prigionieri palestinesi entreranno in sciopero della fame, un piccolo gesto di fratellanza.

I primi ad iniziare  lo sciopero della fame di saranno gli iscritti e i militanti del circolo territoriale “Puletti” di Baronissi ai quali seguiranno gli iscritti del circolo di Battipaglia poi Cava de Tirreni e Salerno, arrivando cosi alla data del 20 maggio, in cui  si darà il via ad un ciclo di iniziative dal titolo “No War” per affrontare, informare e sensibilizzare sui temi internazionali, partendo dall’oppressione dei popoli della Palestina e del Kurdistan.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.