Bonus di 800 euro per le mamme (di Luca De Franciscis)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sul sito “Governo Italiano, Presidenza del Consiglio dei Ministri” è presente il Bonus Mamma.

Dalla lettura del dossier si legge, con molta chiarezza, che già dal 4 maggio 2017 è possibile inviare le domande per ottenere il Bonu Mamma di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore, come previsto dalla Legge di Bilancio per il 2017 al comma 353 (Legge 11 dicembre 2016, n. 232) che si riporta:

comma 353. A decorrere dal 1º gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all’adozione di minore dell’importo di 800 euro. Il premio, che non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, è corrisposto dall’INPS in unica soluzione, su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione.

Ulteriori informazioni sono state date dall’INPS che, con una particolareggiata circolare, fornisce informazioni sui termini di presentazione della domanda e il pagamento del premio.

Il premio è corrisposto, precisa l’INPS, previa domanda della futura madre che, a partire dal 1 gennaio 2017 ed entro l’anno, arrivi al compimento del settimo mese di gravidanza, o all’atto dell’adozione.

Il premio viene riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti: Residenza in Italia; cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane; per le cittadine non comunitarie, possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE.

Viene ben chiarito che la domanda dev’essere presentata dopo il dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e, comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento nascita o adozione. Per i soli eventi verificatisi dal 1 gennaio al 4 maggio 2017, il termine di un anno per la presentazione della domanda telematica decorre dal 4 maggio.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione, per evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), a prescindere dai figli nati o adottati/affidati contestualmente.

Nel caso si tratti di parto plurimo la domanda, se già presentata al compimento del 7° mese, andrà presentata anche in esito alla nascita con l’inserimento delle informazioni di tutti i minori necessarie per l’integrazione del premio già richiesto, rispetto al numero dei nati.

Sul sito si possono leggere anche le istruzioni per la compilazione telematica della domanda. Viene specificato che dev’essere presentata all’INPS esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:

Telematicamente accedendo alle pagine WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto. Per entrare nel portale cliccare su www.inps.it. Entrati nel sito cliccare sul rettangolo “Notizia online il servizio per richiedere il premio alla nascita 800 euro” poi cliccare su “servizi per il cittadino” e successivamente “autenticazione” con il PIN dispositivo. Cliccare poi su “domanda di prestazioni a sostegno del reddito” ed infine su “premio alla nascita”;

Telefonicamente attraverso il Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06.164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);

Altra modalità è quella di recarsi presso Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Per agevolare la compilazione della domanda on line, nella sezione moduli del sito www.inps.it è disponibile un modulo facsimile che ripropone le maschere del servizio on line.

Tutte le informazioni sui termini di presentazione della domanda e il pagamento del premio sono indicate sulla Circolare Inps n.78 del 28 aprile 2017.

Per approfondire ulteriormente cliccare su Bonus Mamma.

Luca De Franciscis

dottore commercialista

www.studiodefranciscis.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.