Salerno: senegalesi in corteo contro il Comune

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
I membri delle comunità senegalese e bengalese di Salerno sono scesi in piazza questa mattina per “difendere la loro dignità di lavoratori e chiedere una maggiore partecipazione nelle decisioni che li coinvolgono in modo diretto” – si legge in una nota.

“Nei mesi scorsi le due comunità sono state al centro della cronaca locale a causa dello sgombero del mercato etnico del sottopiazza della Concordia. I rappresentanti delle due comunità lamentano di aver subito un’ingiusta imposizione: sono stati costretti a lasciare un luogo dove hanno esercitato la propria professione per oltre dodici anni.

Le richieste dell’ “Associazione dei senegalesi di Salerno” sono chiare: “il lavoro è un diritto di tutti”. “Non chiediamo molto hanno dichiarato- solo di decidere anche noi del nostro futuro. Pretendiamo che le istituzioni ci riconoscano come lavoratori e che ci venga affidato un luogo dove poter lavorare legalmente senza essere discriminati in nessun modo in particolare da chi ci definisce “abusivi”.

Dopo che da quasi 30 anni alcuni di noi vivono il territorio salernitano, ci sentiamo di appartenere a questa terra”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Ecco quello che partorisce questa specie di stato italiano garantista e prono a politiche di invasione…..vitto alloggio e anche proteste…..fuori dalla patria questi politici inetti con tutto il seguito di clandestini e loro approfittatori

  2. Ah ecco, ora agli abusivi secca essere chiamati abusivi, che ne dite di “differentemente osservanti delle leggi”?

  3. Negri e pure mussulmani……ecco il futuro di Salerno in mano a quelli che per 30 anni hanno venduto illegalmente roba contraffatta per conto dei cessi delinquenti della camorra. Ed ora si sentono addirittura “di appartenere a questa terra”…..grazie, compagni sindacalisti comunisti, di tutto questo programmato fin dal 1985 quando arrivarono i primi “vucumpra”! ma e’ possibile che non ne fate “una buona” da tanti decenni?

  4. Non sono favorevole all’immigrazione massificata, ma qui siamo di fronte a persone radicate nel territorio da tempo. Non posso che essere solidale nei confronti di quelli che esercitano l’attività di vendita in modo legale, che esprimono solo un loro diritto. Tra l’altro è apprezzabile che si muovano in prima persona, nella città del sonno e del servilismo.

  5. Sono esseri umani come noi e brave persone che lavorano onestamente e con tutti i documenti in regola e il comune che non sa gestire la situazione basterebbe concedergli un permesso di occupazione di suolo pubblico e controllare come nei mercati cosa vendono e semplice non si puo fare un erba un fascio basta comune di fare queste cose, facciamo lavorare onestamente e con serenità chi a voglia di lavorare, a voi il mensile viene sempre e avete pure di piu di un posto di lavoro sia nel pubblico e nel privato.

  6. Questi sono gli stessi che occupano abusivamente il lungomare per vendere contraffazione, altro e lavorare onestamente, non pagano tasse per l’occupazione del suolo non pagano tasse, non vogliono andare in aree a loro assegnate dal comune gratuitamente, vogliono, anzi pretendono il lungomare, piazza o sottopiazza della concordia o corso. Noi ambulanti in regola vendiamo nei mercati dove sono disponibili dei posti, ma ovviamente non vogliono venire nei mercati perche non potrebbero vendere contraffazione e sopratutto dovrebbero pagare. Lancio un appello alle istituzioni fate vendere anche a noi merce contraffatta in tranquillita come agli stranieri e non fateci piu pagare il suolo pubblico. Basta con l’ipocrisia dell’accoglienza questi vogliono lavorare e lo facciano nelle rrgole e nel rispetto delle leggi.

  7. Vogliono e pretendono un posto centrale,ma lo sanno che al centro i commercianti in regola tra fitti e balzelli comunali vengono spolpati vivi?Io pago circa mille euro all’anno di spazzatura per buttare un sacchetto di monnezza a settimana.

  8. lo stato gli permette di fare quello che vogliono ormai sono padroni…via tutti sti clandestini tra l altro pure abusivi

  9. Ci sono Tanti Salernitani Onesti che hanno bisogno..togliamo un pò le facce del perbenismo sempre a favore degli altri..a salerno si rema conto il salernitano..negli ultimi 9 anni invasione di migranti e napoletani..il Diritto Prima al cittadino italiano salernitano poi ai senegalesi..possono anche tornare a casa..voglio gli stand per chi vende le pullanghelle e non per questi..nn è razzismo ma deve crescere prima il Salernitano poi gli altri!

  10. Vogliamo chiamare lavoratori onesti … questa gente ? Allora parlate perchè non ci avete mai avuto a che fare. Tra di loro corre veloce il passaparola su come “fottere” l’ingenuo Italiano, sanno benissimo come frodare lo stato e come attingere all’assistenza gratuita, informati per bene dallo stesso stato Italiano che sovvenziona loro anche gli avvocati (vedesi gratuito patrocinio legale). Ma di che state parlando, se non si pone un freno adesso, sarà troppo tardi domani !!!

  11. Ho letto quasi tutti vi dico solo una cosa noi paghiamo le tasse meglio di voi andate informarvi prima di dire pieno cassata ambulante incassato so chi sei è che cose voi è che cose sei faccendo è la mafia che sei facendo pr recuperare sotto piazza ma sappia che non te lì permettiamo poi non mi fai parlare per piacere poi altri ignorante chi dicano prima gli italiani poi gli stranieri va biene e per pagare le tassa chi deve pagare prima non potete dire tutti devono pagare le tasse è poi dire sono gli italiani chi deveno lavorare prima là legge e uguale per tutti e gli primi immigrati chi sono gli giovani italiani dove sono là mafia dove veni chi fatto arrivare d per tutto il mondo ma per favore pensate con testa ensi che pensare con il culo voi vi nascondete perché siete ignoranti invece io non mi nasconde sono daouda niang presidente associazione senegalesi di salerno

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.