Lega B: Lotito ha la maggioranza, manca numero legale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Claudio Lotito ha i 12 voti necessari per diventare il nuovo presidente della Lega B, ma per la seconda volta il presidente della Lazio e coproprietario della Salernitana si deve arrendere all’ostruzionismo dell’opposizione.

Nel giorno del suo sessantesimo compleanno, ha visto sfumare il piano per la seconda volta per mancanza del numero legale, più o meno come il 25 marzo.

Servivano 15 club su 22 per costituire l’assemblea e questa volta il conto si è fermato a 13, per l’assenza di Latina (nel pieno del caos fallimento), Bari, Frosinone, Spal, Pisa, Cesena, Ascoli, Cittadella, Pro Vercelli.

“Chi non ha partecipato all’assemblea è un maleducato”, ha notato il n.1 del Perugia, Massimiliano Santopadre, fra i sostenitori di Lotito. “Il fatto che sia anche presidente della Lazio può sembrare controverso, ma è l’unico che conosce le esigenze di un club – ha notato – Sta all’onestà intellettuale del soggetto scindere i due ambiti.

Al di là di Lotito, a guidare la Lega B deve essere il presidente di un nostro club”. A fine giornata Lotito ha lasciato gli uffici della Lega senza commentare. Domani Andrea Corradino, vicepresidente della Lega di B, illustrerà la situazione al n.1 della Federcalcio, Carlo Tavecchio, in un incontro da tempo programmato a Roma.

Secondo vari dirigenti, i tempi per la prossima assemblea elettiva saranno più chiari dopo giovedì, quando si definirà il destino del Latina. Secondo indiscrezioni, Lotito sarebbe pronto a dare ancora battaglia: sul piano legale, se il Latina dovesse perdere il titolo sportivo, punterebbe a ottenere l’abbassamento del numero legale a 14 società; sul piano politico, proverebbe a convincere altre due società, fra cui il Bari, a presentarsi in una nuova assemblea a stretto giro. Non tutti, però, hanno fretta.

“E’ una possibilità molto concreta che l’elezione avvenga solo dopo la fine della stagione, con l’ingresso in Lega dei 7 club promossi e retrocessi”, ha detto il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, uno dei tre ‘saggi’ il cui lavoro di sintesi non ha compattato la Lega (non ha sfondato nemmeno la candidatura dell’ex vicepresidente del Crotone, Salvatore Gualtieri).

L’unico dei tre ‘saggi’ a non presentarsi in assemblea è stato il presidente del Cittadella, Andrea Gabrielli. L’altro, il presidente dell’Entella, Antonio Gozzi, ha criticato il numero legale: “Bisogna modificarlo nello statuto. Non conviene a nessuna società questa paralisi che può portare al commissariamento, come già successo alla Serie A”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.