Tecnis a rischio chiusura, decine di posti di lavoro e gallerie a rischio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“In Italia oltre che morire di debiti, un’azienda può morire di crediti.

E’ la situazione paradossale della Tecnissottolinea Patrizia Spinelli, Segretario Feneal Uil della provincia di Salerno – l’impresa affidataria dell’appalto per i lavori di realizzazione delle gallerie che consentiranno (forse) il collegamento del porto commerciale di Salerno con gli svincoli autostradali di Cernicchiara”.

“E’ di queste ore – continua Spinelli – la notizia della gravissima crisi di liquidità che attraversa l’azienda di Catania che vanta 40 milioni di euro di crediti nei confronti di Amministrazioni Pubbliche come il Comune di Roma, l’Autorità Portuale di Genova, l’Anas e ancora altri Enti o Società a capitale pubblico prevalente o partecipato.

Uscita dall’amministrazione giudiziaria, la Tecnis si trova ora in una situazione che non gli consente di riprendere le attività operative con gravissime conseguenze sul destino dei 500 dipendenti  diretti e dei circa 3.000 dell’indotto.

Oltre che, naturalmente, sul completamento delle opere – come quelle in corso a Salerno – iniziate ed ormai da tempo soggette ad un incredibile stop and go. Venerdì 12 maggio sotto la sede del Mise a Roma i sindacati dell’Edilizia hanno organizzato un presidio di protesta con l’obiettivo di sensibilizzare il Ministero dello Sviluppo Economico a sollecitare le Amministrazioni Pubbliche debitrici a fare fronte ai propri impegni finanziari”.

“Crediamo – conclude Spinelli – che anche i livelli amministrativi, politici ed istituzionali della nostra provincia siano chiamati a sostenere l’azione dei sindacati dell’Edilizia che puntano a mettere la Tecnis in condizione di riprendere i lavori a Salerno e nel resto d’Italia in modo da non perdere ulteriori posti di lavoro e, nello stesso tempo, a completare le gallerie che rappresentano – insieme con l’approfondimento dei fondali e l’allargamento dell’imboccatura – un fondamentale tassello del rafforzamento infrastrutturale di cui il porto ha bisogno per mantenere i livelli di competitività raggiunti in questi anni con importanti ricadute occupazionali per la nostra provincia”.

Il Segretario Generale

Patrizia Spinelli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.