A Salerno ‘L’Isola che non c’è’: cucina di qualità a prezzi accessibili

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
L’Isola che non c’è è la nuova sfida di Enzo Bove e Carmine del Regno: cucina di qualità a prezzi accessibili.

All’inaugurazione in via Torrione c’era tanta gente per questo nuovo locale che si appresta a diventare un punto di riferimento nella ristorazione salernitana.

Lo chef Pietro Rispoli è la garanzia per una cucina ad alto livello e di grande creatività. Un nome, ‘L’isola che non c’è’, che ricorda la fiaba di Peter Pan , un mondo parallelo e dunque la voglia di dare vita ad una proposta nuova nel campo ristorativo a Salerno.

Una cinquantina i posti a sedere ed un menù con piatti tipici della tradizione salernitana ma non solo. L’idea di base è riuscire a proporre una cucina d’autore con prezzi competitivi. “Vogliamo proporre la qualità dei piatti di Rispoli rendendoli accessibili a tutti” – spiega Enzo Bove

Per poter assaggiare la cucina dell’Isola che non c’è bisognerà attendere giovedì 18 maggo il giorno ufficiale dell’apertura. Tra le specialità gli spaghetti al ragù di alici e pesto amalfitano con bucce di limone.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Ottima iniziativa… Salerno ha già diversi ristoranti di ottimo livello a prezzi accessibili… più ce ne sono meglio è… ma visti gli “avventori” non riesco a capire, ad eccezione dei giocatori, se è un ristorante o la sede del PD salernitano ??? Non mi piacciono le cose troppo politicizzate ed ostentate in questo… la qualità del locale si dovrà dimostrare in altro modo… e credo che lo chef Rispoli ne sia capacissimo… Comunque in bocca al lupo e a presto ci farò una visita per dare un giudizio personale sulla cucina e l’ambiente.

  2. Ho seguito il servizio fatto da Telecolore sull’inaugurazione del locale, di certo il commento dell’ex Sindaco Mario Di Biase è stato abbastanza offensivo.
    Per Dire ” A Salerno non ci sono ristoranti dove mangiare bene”, mi fa intuire che lui li abbia provati tutti e che sia un esperto della tradizione culinaria salernitana, ma non credo sia cosi. Lui faccia il politico e le costatazioni culinarie lasciamole a chi davvero se ne intende.

  3. Considerando il livello giudiziario dei rappresentanti, non era difficile trovare il nome. Alcatraz 2.0.
    Spero che almeno si mangi discretamente, e non come la media dei ristoranti salernitani, che è molto molto bassa.

  4. Effettivamente…. la Truffa che non c’era.
    La battuta viene facile in presenza dei soliti non incensurati “imprenditori”
    Salernitani.
    Partiranno con tutte le buone intenzioni, tempo i mesi estivi e, data l’affluenza dei poveri sfravicati salernitani che squattrinati si sentiranno legittimati a fare tendenza, poi si attesteranno ai prezzo di mercato.
    Comunque bravi, anche se a questi non interessa nulla della ristorazione-gourmet e dei prezzi competitivi , faranno una barca di soldi i primi due-tre mesi. Poi chiuderanno e si faranno venire un’altra idea per grattare altri soldi con un’altra genialità delle loro.
    Fin quando ci saranno poveri turzi che glieli vanno a portare per mangiare piatti da mensa aziendale ma con il nome altisonante…. ben venga

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.