Serie B: Verona promosso, Trapani retrocesso e playout evitati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Playoff sì, playout no. Frosinone, Perugia, Benevento, Cittadella, Carpi e Spezia si giocheranno l’ultimo posto per la promozione in Serie A. Verona e Spal guardano tutti dall’alto forti del primo e del secondo posto, quelli che valgono l’accesso diretto al massimo campionato. Sviluppi inaspettati, invece, permettono ad Avellino e Ternana di salvarsi senza dover giocare i playout: le vittorie contro Ascoli e Latina consentono alle due squadre di portarsi a 5 punti di vantaggio sul Trapani, quarto e ultimo retrocesso in Lega Pro insieme a Latina, Pisa e Vicenza.

POS SQUADRA PUNTI G V N P GF GS ULTIME GIORNATE
1 Spal 78 42 22 12 8 66 39
V P N N V
2 Verona 74 42 20 14 8 64 40
N N V V N
3 Frosinone 74 42 21 11 10 57 42
V P V V V
4 Perugia 65 42 15 20 7 54 40
V N N V N
5 Benevento 65 42 18 12 12 56 42
V V N V P
6 Cittadella 63 42 19 6 17 60 54
P V V P P
7 Carpi 62 42 16 14 12 41 40
V N V N V
8 Spezia 60 42 15 15 12 38 34
V N N N P
9 Novara 56 42 15 11 16 48 50
P V V P P
10 Salern. 54 42 13 15 14 44 44
P V P P N
11 Virtus Entella 54 42 13 15 14 54 51
V P P P P
12 Bari 53 42 13 14 15 39 44
P P N N N
13 Cesena 53 42 12 17 13 51 48
N V P V V
14 Brescia 50 42 11 17 14 49 58
V N N V V
15 Ascoli 49 42 10 19 13 44 49
P V N N V
16 Pro Vercelli 49 42 10 19 13 35 45
P N N P N
17 Avellino 49 42 13 13 16 40 55
V P N P P
18 Ternana 49 42 13 10 19 42 53
V V V N P
19 Trapani 44 42 10 14 18 45 55
P P P V P
20 Vicenza 41 42 9 14 19 33 52
P P P P V
21 Pisa 35 42 6 21 15 23 36
P N P N N
22 Latina 32 42 6 21 15 38 50
P N N N V

BRESCIA-TRAPANI 2-1 – Una sfida che vale i playout. Il Brescia padrone di casa, però, si impone subito: al 3′ Torregrossa segna la rete del vantaggio su assist di Bisoli. Il raddoppio arriva al 18′: gol dell’airone Caracciolo che con un sinistro in diagonale finalizza il contropiede. Il Trapani riapre la partita al’80’: Curiale, entrato nella ripresa, sfrutta l’indecisione del portiere del Brescia per ribattere in rete e accorciare.

ASCOLI-TERNANA 1-2 – La Ternana ha bisogno di vincere, ma a passare in vantaggio è l’Ascoli: all’8′ l’italofrancese Gigliotti colpisce di testa su calcio di punizione insaccando alla terza occasione per i suoi. Nel secondo tempo la Ternana si risolleva: Liverani azzecca la sostituzione inserendo Avenatti che al 65′ pareggia di sinistro da due passi. Dopo 3 minuti Falletti trova il gol per un insperato vantaggio tra le proteste avversarie che chiedevano un fallo sul portiere.

CARPI-NOVARA 2-0 – I playoff sono a un passo e il Carpi non vuole lasciare nulla agli avversari. All’8′ Letiza crossa dalla sinistra e Concas segna di testa il suo primo gol della stagione portando in vantaggio gli emiliani. Al 35′ i padroni di casa raddoppiano con un’azione velocissima condotta da Lasagna che poi offre l’assist per il gol di Mbakogu.

VICENZA-SPEZIA 0-1 – Il Vicenza, ormai retrocesso, non ha più nulla da chiedere al proprio campionato, mentre lo Spezia deve sperare nei risultati di chi lo precede per partecipare ai playoff e sognare la Serie A. I liguri passano in vantaggio all’11 con il primo gol di Giannetti, l’attaccante brucia Zaccardo in contropiede e infila il portiere avversario. La partita, però, viene interrotta per colpa dei tifosi e dei loro fumogeni che costringeranno l’arbitro ad assegnare 9 minuti di recupero.

FROSINONE-PRO VERCELLI 2-0 – Con una vittoria il Frosinone potrebbe addirittura promuoversi in Serie A senza dover giocare i playoff. Per mettere subito il risultato in cassaforte Daniel Ciofani segna il 16° gol in campionato con un’inzuccata da calcio di punizione su assist di Maiello. Il raddoppio arriva al 29′ grazie all’autogol di Legati, sempre un colpo di testa che si trasforma in un pallonetto imparabile. Nel secondo tempo la Pro Vercelli riapre il matchcon la rete di Lamantia al 58′.

SPAL-BARI 2-1 – Il Bari non ha più nulla da chiedere al proprio campionato, ma ci tiene a fare bella figura contro la prima della classe e al 12′ Galano conclude con uno scavetto il contropiede dei pugliesi. La Spal, però, pareggia rapidamente con Zigoni autore di un gol capolavoro, un pallonetto a scavalcare il portiere avversario da posizione defilatissima sulla sinistra. A pochi minuti dalla fine del match Zigoni trova la doppietta personale segnando da terra in scivolata il suo 11° gol stagionale, quello che vale i 3 punti contro il Bari.

PISA-BENEVENTO 0-3 – Il Benevento ha bisogno di 3 punti per continuare a sognare la Serie A. Il primo tempo passa senza grandi emozioni, ma al 51′ i giallorossi trovano il vantaggio con Cardelli. Il Benevento raddoppia al 63′ con una rete eccezionale di Falco che con una conclusione di sinistro da posizione defilata non lascia speranza all’intervento del portiere avversario. Al 95′ Ceravolo chiude i giochi con il terzo gol per il Benevento.

ENTELLA-CITTADELLA 4-1 – Il Cittadella deve vincere per sperare nei playoff, ma l’Entella non ci tiene a giocare il ruolo dell’agnello sacrificale e al 20′ si porta in vantaggio: il gol porta la firma di Tremolada che interviene per primo su di un pallone vagante in area avversaria. Al 27′ Catellani raddoppia di testa su assist del solito Tremolada dalla destra. Lo show dell’Entella continua al 33′ quando Diaw, lanciato in contropiede, batte il portiere segnando il terzo gol per i liguri. Al 44′ Tremolada, davvero ispirato, si inventa il gol di giornata, direttamente da calcio d’angolo. Luca Schiaretti segna il gol del 4-1 a 20 minuti dalla fine scartando un uomo al limite dell’area e scaraventando il pallone sotto la traversa.

CESENA-VERONA 0-0 – Il Verona è a un passo dalla promozione, il Cesena è certo di rimanere in Serie B. Le migliori occasioni sono per gli scaligeri cui manca, però, la giusta precisione per portarsi in vantaggio. Lo stesso Verona trema quando al 72′ il Cesena si vede annullare il gol del vantaggio per una millimetrica posizione di fuorigioco. Al Verona, però, basta il pareggio per la promozione diretta in Serie A.

AVELLINO-LATINA 2-1 – Il Latina è già aritmeticamente retrocesso occupando l’ultimo posto in classifica a 15 punti dalla zona playout. I nerazzurri, però, voglio salvare l’orgoglio e al 34′ Roberto Insigne porta in vantaggio la squadra laziale sfruttando il colpo di tacco di Pierato e battendo il portiere con un sinistro a giro: il primo gol su azione del Latina dopo cinque giornate. Ma l’Avellino ha bisogno di vincere e al 71′ Ardemagni pareggia di testa segnando il suo 13° centro stagionale. All’82 l’Avellino conclude la rimonta passando in vantaggio con Castaldo che calcia gonfiando la rete da posizione ravvicinata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.