I fatti del giorno: sabato 20 maggio 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
A MILANO OGGI MARCIA PRO-MIGRANTI, E’ SCONTRO POLITICO
HOSNI INDAGATO PER TERRORISMO, PREVISTA VISITA PSICHIATRICA

A Milano è il giorno della marcia pro-migranti in un clima reso
più rovente dall’accoltellamento di ieri alla stazione centrale
ad opera di un ventenne italiano di padre tunisino, ora indagato
per terrorismo. La Lega, fin dall’inizio contraria
all’iniziativa, ne ha chiesto l’annullamento, ma il sindaco
Sala, con alcune autorità attese all’evento tra cui il
presidente del Senato, Pietro Grasso, nega ogni nesso con
l’episodio della stazione e rilancia l’appello per l’accoglienza
dei migranti. Il giovane aggressore di un poliziotto e un
militare, Ismail Tommaso Hosni, sarebbe, secondo il suo
difensore, “un ragazzo in estrema difficoltà” e a breve sarà
visitato da uno psichiatra e sarà sottoposto a test
tossicologici. Oggi a Milano proseguono anche i lavori di
‘Fondamenta’, il cantiere di Articolo 1-Mdp, e Renzi apre i
lavori della scuola politica del Pd. In marcia tra Perugia e
Assisi i Cinquestelle, a sostegno del reddito di cittadinanza.
—.

INGUAIATA DA UN ROLEX, SI DIMETTE SOTTOSEGRETARIA VICARI
TERREMOTO CORRUZIONE A TRAPANI, ANCHE CROCETTA INDAGATO

Regali e assunzioni in cambio di favori. Un’inchiesta della
Procura di Palermo decapita il ‘sistema Trapani’ e colpisce
anche il governo: inguaiata da un Rolex (in cambio del quale
avrebbe sostenuto un emendamento per abbassare dal 10 al 4%
l’Iva sui trasporti marittimi), si dimette la sottosegretaria,
di Ap Simona Vicari. A capo del sistema, l’armatore Ettore
Morace: città scossa alla vigilia del voto dell’11 giugno. In
arresto anche il deputato regionale Girolamo Fazio, ex Fi ora al
Gruppo misto, candidato sindaco. Tra gli indagati il governatore
Crocetta e il suo collaboratore Massimo Finocchiaro, presidente
dell’Azienda Siciliana Trasporti.
—.

ALTO FUNZIONARIO CASA BIANCA COINVOLTO IN INDAGINI TRUMP
FORSE E’ SUO GENERO. CASA BIANCA STUDIA SCENARIO IMPEACHMENT

Un alto funzionario della Casa Bianca molto vicino al presidente
Donald Trump, forse il suo stesso genero Jared Kushner, sarebbe
coinvolto nelle indagini in corso sul Russiagate. Sono le ultime
rivelazioni dei media americani e britannici sull’indagine che
sta tenendo sulle spine il presidente degli Stati Uniti. Comey
ha accettato di essere ascoltato in Senato e i legali della Casa
Bianca avrebbero iniziato a studiare le procedure di impeachment
per essere pronti nel caso in cui Donald Trump dovesse essere
messo in stato di accusa. Il presidente è atteso in mattinata in
Arabia Saudita, la cui Difesa ha intercettato ieri sera un
missile lanciato dai ribelli yemeniti a 200 km da Riad.
—.

IRAN AL VOTO: DATI UFFICIOSI, ROHANI IN TESTA CON 62%
CODE AI SEGGI, DOPPIA PROROGA PER FAR VOTARE TUTTI

Secondo dati ancora ufficiosi, Hassan Rohani sarebbe in netto
vantaggio alle elezioni presidenziali in Iran. Se i dati saranno
confermati, il presidente uscente moderato e riformista potrebbe
essere rieletto al primo turno con il 62% dei voti su 42 milioni
di votanti, battendo il conservatore Ebrahim Raisi. E
confermerebbe anche il consenso popolare all’accordo sul
nucleare firmato da Rohani, che ha portato alla fine delle
sanzioni. Eccezionale l’affluenza, che ha superato il 70%
facendo rinviare per due volte la chiusura dei seggi.
—.

IRAQ: DUE AUTOBOMBA ESPLODONO A BAGHDAD, 11 MORTI
NESSUNA RIVENDICAZIONE MA SOSPETTI SU TERRORISTI ISIS

Due autobomba sono esplose stanotte nella zona sud-occidentale
di Baghdad, uccidendo 11 persone e ferendone altre 20. La prima
deflagrazione ha colpito proprio un posto di controllo della
polizia e pochi minuti dopo è stata seguita dalla seconda
esplosione, avvenuta in una strada vicina molto trafficata e
affollata di civili. Finora nessuno ha rivendicato il duplice
attentato ma è opinione generale che porti il marchio dei
terroristi dello Stato islamico, già in passato autori di
analoghi attacchi.
—.

ROMA: GUASTO A CENTRALINA A TERMINI, TRENI IN TILT PER ORE
PRIMA CHIUSO TRATTO ROMA-FIUMICINO.IN SERATA FORTE NUBIFRAGIO

Giornata di passione, quella di ieri, a Roma, specialmente per
chi aveva bisogno di spostarsi: nel pomeriggio è stato chiuso un
tratto della Roma-Fiumicino per la caduta di intonaci da un
ponte. Poi un principio di incendio nella cabina di controllo
della stazione Termini ha scatenato il caos sul traffico
ferroviario: centinaia di passeggeri hanno aspettato per ore in
stazione, dove è intervenuta anche la Protezione civile. La
situazione si è normalizzata solo a notte inoltrata. Intanto,
poco prima di mezzanotte, sulla capitale si è abbattuto un forte
nubifragio con allagamenti e blackout in molte zone della città.
La pioggia ha fatto sospendere anche l’ultima partita dei quarti
di finale degli open di tennis Djokovic-Del Potro, rinviata a
oggi. Il vincitore se la vedrà con Dominic Thiem che ieri ha
sconfitto Nadal. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.