52 reti in 2 anni: ma i gemelli del gol potrebbero lasciare Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Avere un contratto in essere per un calciatore è sicuramente una garanzia importante dal punto di vista professionale, ma (nel calcio moderno) non è sinonimo di riconferma automatica. Il discorso vale per i giocatori che andranno a scadenza a giugno 2018 (Bernardini, Perico e Tuia sono in odore di rinnovo, Donnarumma (finito nel mirino dell’Avellino) e Schiavi potrebbero essere ceduti, sono in bilico i vari Della Rocca, Zito, Joao Silva, Iliadis), ma anche per qualcuno che ha il contratto addirittura fino al 2020.

E’ il caso di Massimo Coda. Dopo aver segnato 15 gol (più due nei play out) al suo primo anno in granata e 16 nella stagione appena terminata, l’attaccante metelliano è finito nel mirino di diversi club di Serie A. Dopo l’avventura in Slovenia e l’apparizione in Serie A col Parma (frenata da un brutto infortunio e dai problemi societari dei ducali), Coda ha accettato di ripartire dalla Serie B e in granata si è rilanciato in grande stile. Il bomber metelliano ha fatto fatica in avvio (rimediando anche i fischi dell’Arechi), ma è cresciuto col passare dei mesi e, dopo aver regalato la salvezza alla Salernitana lo scorso anno, nel campionato appena terminato ha rappresentato un autentico punto di riferimento per i compagni in campo e fuori.

E un incubo per gli avversari, che spesso e volentieri lo hanno definito il pericolo pubblico numero uno, il giocatore dei granata da temere maggiormente. Anche più di Rosina, che non è riuscito ad esprimersi ai suoi livelli abituali a Salerno. Coda, per il quale Lotito non molto tempo fa aveva prefigurato anche un futuro alla Lazio, grazie ad una serie di gol di pregevolissima fattura, ha attirato l’attenzione di diversi club di Serie A (non di fascia alta, per la verità). E l’entourage del metelliano ha lasciato intendere che quello che passa quest’estate potrebbe essere un treno importante per la sua carriera. Forse l’ultimo.

Coda a Salerno è stato bene e sarebbe anche disposto a rimanere nel caso in cui ci fosse un progetto a vincere. In caso contrario, nonostante il contratto fino al 2020, potrebbe chiedere di spiccare il volo (professionalmente parlando). E in un sol colpo la Salernitana potrebbe perdere entrambi i gemelli del gol (visto che Donnarumma non ha alcuna intenzione di rimanere in granata, a causa delle trattative per il rinnovo arenatesi sul più bello). Sostituire una coppia che ha assicurato 52 gol in campionato (33 Coda e 19 Donnarumma) non è affatto semplice. E potrebbe essere la priorità su cui concentrarsi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.