Benevento ad un pAsso: ‘Streghe’ in finale play off con il Carpi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Sarà il Benevento a sfidare il Carpi nella finale dei playoff di serie B per salire in serie A. L’andata si giocherà domenica 4 giugno in Emilia e giovedì 8 giugno al “Vigorito”. I campani hanno pareggiato per 1-1 (all’andata avevano vinto 1-0) al termine di una gara che agli oltre 18mila (quasi 2mila dalla Campania) del Curi ha offerto comunque un grande spettacolo, con emozioni sin dall’avvio. Per merito soprattutto del Benevento, che ha iniziato alla grande, sfiorando il vantaggio al primo affondo con la conclusione di Lopez deviata che ha chiamato Brignoli ad un intervento in tuffo per la deviazione.

Poi la squadra di Marco Baroni si è resa ancora pericolosa per due volte a cavallo del 17′, prima con Eramo che si è visto respingere da Del Prete il tiro a conclusione di un’azione di contropiede e poi con un colpo di testa di Lucioni, di poco fuori. Al 22′ il gran numero di Piscas, bravo a superare Mancini e tirare a girare, ma con Brignoli ancora attento. Per la prima conclusione del Perugia verso la porta dei campani si è dovuto aspettare quasi la mezz’ora, quando la punizione di Di Chiara ha chiamato all’intervento in due tempi il portiere Cragno.

Al 32′ ancora pericoloso il Perugia, con Di Carmine puntuale nel colpire di testa sul traversone di Del Prete, ma con la palla di poco alta. Prima di andare al riposo c’è stato un tentennamento nell’area dei campani, con un contatto tra Lucioni e Di Carmine che ha fatto gridare al rigore, ma l’arbitro Abisso di Palermo ha punito un fallo dell’attaccante umbro. Nella ripresa il Perugia ha avanzato il proprio baricentro, riuscendo a creare maggiori difficoltà all’equilibrio dei campani, trovando anche un maggior dinamismo in virtù dell’ingresso in campo prima di Acampora (al posto dell’infortunato Brighi) e poi di Mustacchio.

Il Perugia è riuscito a schiacciare per lunghi tratti il Benevento nella propria metà campo, ma lasciando così anche ampi spazi per le incursioni avversarie. Così, dopo un paio di tentativi del Benevento con Viola e Falco, la squadra di Cristian Bucchi ha sfiorato il gol per due volte con Nicastro. Prima l’attaccante ha calciatore quasi a colpo sicuro, ma ha trovato sulla traiettoria Lucioni a facilitare l’intervento di Cragno e poi con una spettacolare rovesciata, sull’azione Del Prete-Di Carmine, che ha mandato la palla a sfiorare la traversa.

Il Benevento è tuttavia rimasti in partita ed al 36′ ha trovato il gol del vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Viola che è stato girato di testa da Camporese e Brignoli si è salvato d’istinto, ma con la palla che è rimasta sui piedi di Puscas, che ha scaraventato in rete sotto misura proprio sotto la curva dei tifosi giallorossi. Con il gol tuttavia la gara non si è chiusa, visto che in pieno recupero il Perugia ha trovato il gol della parità con Mustacchio che ribadito in rete una corta respinta di Cragno.

Poi il Perugia ha reclamato un rigore per un presunto tocco di mano di Gyamfi su traversone ravvicinato di Di Chiara. L’arbitro ha lasciato correre. Prima della festa del Benevento, che continua così a vivere sulle ali del grande sogno della serie A.

PERUGIA-BENEVENTO 1-1 Puscas (B) al 36′, Nicastro (P) al 46′ st

Fonte gazzetta.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. ke titolo vergognoso con quella parola ( pAsso ) ridicola nemmeno a benevento facevano quel titolo giornalisti nemici di Salerno

  2. B giorno……..normale tifare solo per Salerno,ma sinceramente auguro al Benevento di approdare in A;meglio i nostri conterranei che il carpi. Poi sopratutto i Beneventani a differenza di altre tifoserie si sono sempre dimostrate brave persone e corrette.Quindi in bocca al lupo.

  3. ancora co sto fatto nemici e amici, al nord le squadre si aiutano quando c’è bisogno, dovremmo fare lo stesso anche noi. Sono di salerno e tifo salernitana. Ma ieri tra benevento e perugia ho tifato benevento!! e spero tanto che vada in A

  4. aumentano i rimpianti…bisognava approfittare della modestia del torneo cadetto 2016/2017…anno prossimo PALERMO PESCARA EMPOLI FROSINONE CARPI/BENEVENTO PERUGIA BARI CESENA…corazzate neopromosse come VENEZIA FOGGIA…peccato veramente!!!
    ps: se avessimo vinto quella partita/non partita con il Bari chissà…ma con i se e con i ma in serie A non si va

  5. forza Benevento!!!
    spero tanto vada in serie A
    se lo merita
    magari l’anno prossimo li raggiungiamo

  6. sasuccio…ma tu di dove sei che noi ci dobbiamo mettere ” scuorno”??…di qualche paesello nei dintorni di salerno???…nun te miett scuorn tu che fai la serie D??

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.