Adescò minore su Facebook, condannato operaio 29enne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Un giovane operaio di 29 anni V.M. di Angri è stato condannato per il reato di adescamento di minori ad 8 mesi di reclusione (pena sospesa) con il rito del patteggiamento. A stabilirlo ieri mattina il giudice per le udienze preliminari presso il Tribunale di Salerno Elisabetta Boccassini. A darne notizia il quotidiano Metropolis oggi in edicola.

Il caso venne scoperto dalla Polizia Postale  che stava indagando su una rete di pedofli. L’operaio 29enne aveva fatto amicizia, tramite facebook,  con una studentessa di 17 anni di Cava de’ Tirreni. Dopo aver raccontato la sua vita e del lavoro che faceva capendone la fiducia, aveva iniziato a mandarle messaggi di natura erotica sempre sul social network.

La ragazza non diede peso a quelle frasi “spinte” tanto che non decise nemmeno di parlarne con i genitori. Furono gli agenti della Polizia Postale, che stavano indagando su una rete di pedofli in Campania, ad accorgersi che quei messaggi erano di natura sessuale ma diretti a una ragazza che non aveva raggiunta la maggiore età.

A quel punto fu informato il sostituto procuratore Elena Guarino che aprì un fascicolo a carico del 29enne angrese. Il suo proflo Facebook fu messo sotto osservazione e fu colto in flagranza di reato proprio dagli inquirenti mentre continuava a mandare messaggi spinti alla 17enne. Ieri il patteggiamento e la condanna ad 8 mesi

Fonte Metropolis in edicola giovedì 1° giugno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. io lo trovo assurdo, procedere d’ufficio, senza nessuna denuncia o almeno segnalazione da parte della presunta parte offesa, la quale ha 17 anni e non 7. Poi tutti sappiamo che su fb si possono bloccare completamente gli account di persone moleste, o anche segnalarle; da qui, visto che la ragazza non lo ha fatto (da quanto si legge), probabilmente, non dico che era partecipe della cosa, ma di sicuro non era infastidita. Ho visto persone bloccare accounts per molto meno. Se dopo averlo bloccato, il tizio avesse contonuato in altri modi, allora sarebbe stato diverso.. ma ho i miei dubbi su questi casi. Poi sarei curioso di vedere le conversazioni tra i due.. E poi non parliamo di pedofilia, quella è un’altra cosa: a 17 anni è una donna, non è una bambina.
    E per ultimo, non dimentichiamo che come si legge “aveva fatto amicizia” ! quindi aveva accettato la richiesta del giovane.. di cosa vogliamo parlare?? mah

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.