De Luca fischiato al concerto di Battiato, il Governatore: ‘200 o 300 esagitati’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Fischi per Vincenzo De Luca in piazza Plebiscito. Il governatore della Campania è stato contestato all’arrivo sul palco durante il concerto di Battiato.

Solo il suo omaggio alle vittime di Londra ha placato il pubblico che ha concesso un applauso. Una brutta esperienza – forse la prima – per Vincenzo De Luca che ieri ha così commentato l’accaduto:

«Si tratta di 200 o 300 esagitati che girano per le piazze di Napoli, sempre gli stessi e sempre organizzati. Non sporcheranno l’immagine di Napoli che è di tolleranza, umanesimo, civiltà e cultura». «Ringrazio i 30mila ragazzi e le ragazze – continua – che raccogliendo l’invito della regione che ha organizzato l’evento sono venuti in piazza in un periodo di non tranquillità per tutti, lanciando un messaggio di solidarietà alle vittime di attentati terroristici. Volevamo esprimere solidarietà e cordoglio alle famiglie delle vittime e ribadire che gli attentati terroristici non ci fanno paura»

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Purtroppo Esposito e LiraTV non puoi portarteli fino a Napoli a laccarti, De Luca!!

  2. Prima il flop delle ultime amministrative soprattutto in provincia di Salerno, dove con i figli ed i vari maggiordomi del Pd si spende a tutto spiano, poi la scoppola al referendum costituzionale e chissa’ se anche, domenica prossima, i campani chiamati al voto, gli rinnovano il concetto.

  3. Secondo me la situazione è cambiata per De Luca:da idolo incontrastato e capopopolo (meglio dire capo”branco”),a fischiato e contestato contafrottole attuale. Credo che dopo tanti anni di politica politicante (suo termine)e politica clientelare (sempre suo termine)dove gli unici ad aver tratto beneficio e profitto sono stati i vari “cumpar e cumpariell “suoi,mentre il resto del popolo è rimasto a guardare ,questo è il conto. Promesse,faremo e daremo,costruiremo,incolpare gli altri,ecc.ecc.,ad oggi è tutto fermo.Cittadella,palazetto dello sport,stazione marittima,posti di lavoro……sono stato un grande estimatore di De Luca,credevo veramente a lui,ma mi rendo conto che dopo aver fatto i suoi comodi e sistemato amici e parenti,e che il 90% di lavoratori nelle varie cooperative e nei vari centri commerciali NON sono nemmeno della provincia di Salerno(posti promessi in cambio di voti per governatore della Regione),è finito il mito.E come vedo parecchi cittadini si sono accorti di questo.

  4. Vediamo chi li ha mandati, facile pensarlo, Zorro fai uno sforzo anche tu. Quattro fischi gli fanno un baffo.

  5. popolo napoletano, popolo cafone ed ignorante per eccellenza. Gli viene regalata una serata concerto e rispondono con fischi e sberleffi proprio mentre si ricordano le vittime del terrorismo…
    Ah quel Vesuvio !!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.