Football Leader: Inzaghi parla del suo mancato approdo in granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il calcio è strano. Un giorno stai per firmare per la Salernitana in B, il giorno dopo ti ritrovi sulla panchina della Lazio in A, perchè Bielsa tira la corda fino a farla spezzare. E, dopo una stagione entusiasmante, vieni anche premiato come miglior allenatore della massima serie, facendo gongolare il tuo presidente (che si prende tutti i meriti di una scommessa rischiosa ma vincente). E’ successo proprio questo a Simone Inzaghi, premiato nel corso del tradizionale appuntamento estivo con la manifestazione “Football Leader” come “Allenatore dell’anno”, per «aver guidato con personalità e intelligenza la Lazio e conferendole una precisa identità tattica, un gioco vincente e uno spirito di gruppo incomiabile. Inzaghi si è rivelato un autentico leader delle panchine!».

Il piacentino ha battuto i vari Allegri, Spalletti, Sarri, Di Francesco, che pure qualcosina di buono l’hanno fatta nel corso del 2016/17. E nel suo discorso di ringraziamento, Inzaghino, che negli scorsi giorni ha trovato l’accordo con Lotito per il suo rinnovo contrattuale, ha ricordato proprio il trambusto vissuto nello scorso mese di luglio, prima di rivolgere le proprie attenzioni al futuro. Con la Lazio ovviamente.

«E’ stata una stagione incominciata in modo turbolento. Si è partiti da un probabile mio approdo alla Salernitana, poi le cose sono andate diversamente e ho potuto allenare la Lazio, la squadra che mi ha fatto crescere come uomo. Sono arrivato a Roma 20 anni fa, quindi per me è motivo di grande orgoglio. Abbiamo fatto grandi cose, arrivando quinti in campionato e in finale di Coppa Italia. Adesso ne avremo un’altra contro la Juventus, è un sogno per me che si è realizzato. A Roma però sappiamo che il prossimo anno non saremo più una sorpresa, quindi dovremo fare un stagione di gran livello. Rinnovo? Mi riempe d’orgoglio perchè ho prolungato il contratto di tre anni, ci aspetta una nuova stagione.

Qualche giocatore importante probabilmente partirà, ma ho parlato con la società che mi ha rassicurato dicendomi che chi lascerà la Lazio sarà rimpiazzato nel migliore dei modi. Cosa serve per essere a livello delle altre squadre? Dovremo farci trovare pronti. Al di là di Juventus, Napoli e Roma che ritengo abbiano fatto un ottimo campionato. Adesso le milanesi si faranno trovare pronte ai nastri di partenza e per noi sarà importante tenere il passo».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. importanti parole spese per la Salernitana, come era evidente dal titolo dell’articolo…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.