Laurea Honoris Causa al giornalista ebolitano Vito Pompeo Pindozzi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Giovedì 8 giugno, nell’aula “A. Cossu” della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari, sarà conferita la “Laurea Honoris Causa” a Vito Pompeo Pindozzi, giornalista ebolitano, responsabile della redazione scientifica di Radio Rai, uno dei maggiori divulgatori medico-scientifici in Italia.

Il riconoscimento a Vito Pompeo Pindozzi arriva proprio in conseguenza della sua attività giornalistica e di divulgazione scientifica, che in qualche decennio ha trattato decine di migliaia di situazioni e di approcci medico-scientifici, contribuendo ad affermare e divulgare in tutto il Paese quella cultura medica che, accompagnata alla profilassi, ha dato un’informazione ampia alla popolazione.

Con Delibera di Giunta Comunale, atto n° 181 del 31/05/2017 l’amministrazione comunale intende affiancare l’Università di Bari e conferisce un riconoscimento onorifico al dott. Vito Pompeo Pindozzi, per essersi distinto per le sue indiscutibili qualità professionali ed umane, su tutto il territorio nazionale e nelle più grandi città del mondo, portando in alto il nome del nostro territorio al quale è rimasto legale nonostante l’attribuzione di apprezzamenti ed elogi ed alla vasta notorietà dovuta alla sua grande professionalità e competenza, con il conferimento del riconoscimento “Ebolitano Illustre” nell’ambito dell’omonima manifestazione giunta alla seconda edizione, che a latere di personaggi storici ebolitani quali Matteo Ripa, Gherardo degli Angioli, Umberto Nobile, annovera personaggi contemporanei che con il loro operato onorano la propria Città natale.

«Vito Pompeo Pindozzi è uno dei figli più prestigiosi della nostra città – commenta il sindaco, Massimo Cariello – e questo riconoscimento da un lato non ci sorprende, apprezzando quotidianamente l’impegno professionale di Pindozzi, dall’altro ci inorgoglisce, perché in qualche misura tutta la comunità ebolitana si sente protagonista in questa occasione al fianco del giornalista ebolitano.

Un professionista, Pindozzi, la cui grandezza non si misura solo su piano della divulgazione scientifica, ma anche sul piano della disponibilità per la sua città e per la sua comunità, a cui Vito Pompeo Pindozzi non ha mai fatto mancare il suo prezioso apporto, ieri come oggi».

La cerimonia di conferimento della laurea honoris causa, alla quale parteciperà anche il primo cittadino di Eboli in rappresentanza della cittadinanza, è prevista per giovedì 8 giugno, con inizio alle ore 16,30. Le motivazioni del riconoscimento sono affidate alla professoressa Maria Troiano, la “Laudatio” al professore Carlo Sborgia. Al termine, Vito Pompeo Pindozzi terrà una lectio magistralis sul tema “La salute alla Radio: da Dulbecco al Taxi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.