Napoli – Roma in 55 minuti, domenica parte il primo super treno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
È stata inaugurata ieri e diventerà operativa a tutti gli effetti da domenica prossima, 13 giugno, la nuova stazione dell’alta velocità di Napoli- Afragola, l’hub progettato dall’archistar Zaha Hadid recentemente scomparsa.

Inaugurata dal presidente del consiglio Paolo Gentiloni, dal ministro dei trasporti graziano Delrio, dai vertici di Fs Gioia Ghezzi e Renato Mazzoncini, oltre che dal sindaco di Afragola Domenico Tuccillo e dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, da domenica la nuova stazione vedrà transitare 36 treni Av.

Napoli-Afragola integrerà i collegamenti da Napoli Centrale: 32 treni su 36 fermeranno in entrambe le stazioni, anche perchè servono bacini d’utenza e territori complementari, ma diversi tra loro. Ci vorranno solo 55 minuti per raggiungere Roma-Termini, mentre resteranno invariati i tempi di viaggio tra la stazione Centrale e la Capitale. Il nuovo scalo, spiega una nota, «diventerà, con l’attivazione della seconda fase (prevista nel 2022), il nodo di interscambio tra l’Alta Velocita Torino Salerno, la nuova linea Napoli Bari, la Circumvesuviana e treni regionali da e per Caserta, Benevento e Napoli Nord, a tutto vantaggio dell’intermodalità.

Afragola avrà a disposizione anche 1.400 posti auto, di cui 500 attivi dall’11 giugno. A regime, l’hub servirà un bacino urbano di circa 3 milioni di abitanti ». «La stazione – si legge ancora – è un punto strategico del sistema di trasporti regionale e nazionale e una splendida opera da ammirare nella sua bellezza architettonica, oltre che una decisiva occasione per ridisegnare e riqualificare il territorio circostante.

Il progetto di Zaha Hadid per la nuova stazione Napoli Afragola risponde infatti alle esigenze ingegneristiche e architettoniche di Fs Italiane, offrendo un’interpretazione totalmente innovativa: creare un’opera infrastrutturale che potesse essere elemento catalizzatore e segno rappresentativo della riqualificazione di un territorio fortemente urbanizzato, come quello a Nord di Napoli.

Il corpo centrale della stazione è lungo 400 metri e scavalca i binari come un grande ponte, sviluppandosi su una superficie di 30mila metri quadrati su 4 livelli». «L’investimento economico per l’appalto relativo a questa prima fase è di 60 milioni di euro». Ma La stazione dell’Alta velocità è anche un «tassello nella costruzione della città metropolitana senza il quale non c’è futuro», e servirà ad «andare avanti in questo percorso di riqualificazione del territorio», garantendo che questa operazione sia «impermeabile a qualsiasi forma di inquinamento », ha detto ieri all’inaugurazione il sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.