Sanità: Regioni, modulo unico per iscrizioni e vaccinazioni 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Predisporre un modulo unico con cui le famiglie possano effettuare l’iscrizione a scuola e contestualmente la prenotazione delle vaccinazioni: è quanto chiederanno le Regioni, come ha spiegato il coordinatore degli assessori regionali alla Sanità Antonio Saitta. “E’ assolutamente positivo che ci sia una norma nazionale sull’obbligo delle vaccinazioni – ha detto Saitta – e il fatto che il testo conceda alle famiglie nove mesi di tempo per mettersi in regola ci consente di superare i timori che avevamo sull’applicazione del decreto dal punto di vista organizzativo e sui problemi che avrebbe potuto creare. Nella fase di conversione del decreto le Regioni esprimeranno una valutazione complessiva e articolata del testo, ma chiedono già ora di essere sentite prima dell’emanazione della circolare applicativa, dato che hanno la responsabilità di organizzare il servizio sul territorio.
“Questa modalità – spiega Saitta – intende ridurre i disagi a carico delle famiglie ed eliminare un passaggio burocratico. A quel punto saranno infatti le aziende sanitarie, dopo aver acquisito le richieste dalle scuole, a chiamare le famiglie per le sedute vaccinali a seconda di quanto previsto dal piano nazionale”. Il coordinatore degli assessori regionali alla sanità ricorda che le Regioni avevano già iniziato a lavorare sull’obbligo delle vaccinazioni attraverso diverse leggi regionali, alcune già approvate, alcune ancora in fase di discussione. “Ritengo quindi assolutamente positivo che ci sia una norma nazionale sul tema – dichiara Saitta – perché lo Stato ha il dovere di garantire la tutela della salute dei cittadini, sia salvaguardando l’individuo malato che necessita di cure sia tutelando l’individuo sano. Non si può infatti ignorare che l’introduzione delle vaccinazioni abbia consentito nel tempo di ridurre la diffusione di alcune malattie gravi e mortali. Ma proprio il successo delle vaccinazioni può aver indotto a pensare che non sia più necessario vaccinarsi e sta così determinando le condizioni per la ripresa e la diffusione delle malattie”. “Nello specifico – conclude il coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni – il fatto che il testo conceda alle famiglie nove mesi di tempo per mettersi in regola ci consente di superare i timori che avevamo sull’applicazione del decreto dal punto di vista organizzativo e sui problemi che avrebbe potuto creare”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Un benvenuto al nuovo TSO di massa! Grazie alla prof.Lorenzin, al CEO diGlaxo (erano in foto assieme) e al Nobel Burioni (che abbiamo scoperto essere l’unico titolato a parlare di vaccini in Italia, tutti gli altri medici non contano nulla)! La salute pubblica italiana ve ne renderà merito, un giorno!
    Cari genitori, da oggi sapete chi dovete ringraziare per la salute dei vistri bambini! mi raccomando, non lasciate che la vostra riconoscenza non arrivi a queste ottime persone e illustri scienziati!

  2. sarebbe poi bello, come minimo coerente da parte loro, mostrare le vaccinazioni che loro stesse hanno fatto (?) e soprattutto ai loro figli e parenti. Ma è anche bene ricordare che le suddette hanno firmato un accordo con la glaxo nel 2014, la quale guarda caso produce molti di questi vaccini obbligatori.. Informazione pubblica dal sito aifa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.