Benevento all’esame di maturità, sufficiente un pari per la A

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
E’ il giorno della finale play off di ritorno tra Benevento e Carpi. Giovedì 8 giugno 2017 una gara che potrebbe significare tanto per i sanniti che da stasera potrebbero ritrovarsi in Serie A. Una sorta di ‘miracolo’ sportivo, un doppio salto in avanti. Basterà un pareggio contro il Carpi, con il sostegno del pubblico amico per completare l’opera di un torneo da protagonista.

Ma guai a parlare di calcoli con mister Baroni che non vuole assolutamente atteggiamenti guardinghi in quello che sarà l’esame di maturità. Il tecnico toscano ha chiesto ai suoi ragazzi di dimenticare il risultato dell’andata e di scendere in campo come se la vittoria fosse l’unico modo per accedere alla massima serie.

Tuttavia, le assenze per squalifica di Falco e Melara, unitamente alle precarie condizioni fisiche di Ciciretti che al massimo potrà disputare uno spezzone finale, impediscono all’allenatore di affidarsi al consueto 4-2-3-1. Contro gli emiliani, dunque, il modulo sarà quasi certamente il 4-4-2, visto nella semifinale di ritorno a Perugia.

Davanti a Cragno agiranno Venuti e Lopez sulle corsie laterali, con capitan Lucioni e Camporese a formare la cerniera centrale. Viola e Chibsah comporranno il tandem in mediana mentre Eramo e Cissè si muoveranno sugli esterni.

In attacco largo alla coppia Ceravolo-Puscas, rientrati rispettivamente dall’infortunio muscolare e dalla squalifica che gli hanno impedito di disputare il primo atto della finale. Oltre che in città, in tantissimi comuni della provincia di Benevento man mano che si avvicina la gara cresce il numero di bandiere giallorosse esposte mentre tutti coloro che non sono riusciti ad acquistare il biglietto d’ingresso al Vigorito, che ha fatto registrare il sold out, si sono organizzati in piazze o locali per seguire il big match su maxischermi.

E’ di ieri mattina poi l’appello del prefetto di Benevento Paola Galeone rivolto ai tifosi “giallorossi” alla vigilia dell’incontro di calcio: “Chi non è in possesso del biglietto eviti di andare allo stadio perché non entrerà nessuno, né prima né dopo la partita”. Imponente sarà anche il servizio d’ordine pubblico disposto dal questore Giuseppe Bellassai che impegnerà circa 300 uomini.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Mentre a Salerno si fanno tante chiacchiere, a Benevento fanno i fatti e si stanno giocando la serie A. Quanti anni sono passati dal 1988?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.