Football Leader: un premio al calcio tra valori e sport (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Non sono un appassionato di calcio ma, sin da quando ha mosso i suoi primi passi ad Amalfi, ove ha conseguito significativi successi, seguo Football Leader, premio nazionale dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio organizzato dalla DGS Sport&Cultura.
La scorsa settimana a Napoli si è celebrata la quinta edizione, durante la quale sono stati tributati riconoscimenti a giocatori, dirigenti, arbitri, che si sono particolarmente distinti nel corso del campionato.

La manifestazione che, dal 2016 si è trasferita nel capoluogo di regione, ha il merito di convogliare in Campania alcuni tra i protagonisti indiscussi del rettangolo di gioco. Ciò che, però, di Football Leader ha richiamato e richiama il mio interesse è il suo taglio umano, un aspetto che nel corso del tempo, si è sempre più rafforzato e consolidato. Una grande attenzione è riservata ad iniziative sociali.
In questa edizione sono stati due i momenti dedicati alla solidarietà. Fabio Capello e Marco Tardelli hanno presentato, presso la casa circondariale di Poggioreale, un corso di formazione, accompagnato della Regione Campania, che consentirà ad alcuni detenuti di frequentare lezioni di tecnica, tattica, sport, psicologia, pedagogia, ed altro. Un vero e proprio corso per allenatori affidato ad insegnanti accreditati dell’AIAIC.
Fabio Quagliarella e mister Capello, poi, si sono “donati” ai bambini del Santobono Pausillipon. Una visita che ha generato gioia e suscitato emozione e non solo tra i piccoli tifosi costretti alle cure del nosocomio.
Gli organizzatori del premio, anche per meglio stigmatizzare la concezione solidaristica del progetto, nei giorni precedenti, con una cerimonia ad hoc avevano conferito un importante premio al fuoriclasse argentino, Javier Zanetti, proprio in virtù del suo singolare impegno e la sua autentica missione a sostegno dei bambini disagiati.
In uno sport che appare sempre meno gioco e sempre più business, nel quale gli sponsor la fanno da padrone, è necessario recuperare una dimensione pedagogica e ludica.

C’è un calcio milionario e patinato ed un altro forte della sua semplicità ed è quello che si gioca quotidianamente su migliaia e migliaia di campi e campetti distribuiti in tutto il modo, nei quali, grandi e piccoli si cimentano al nobile scopo di praticare sport o forse, più semplicemente, solo per divertirsi.

C’è un patrimonio di valori e passioni che accomuna milioni di persone e che va assolutamente rispettato e tutelato, oltre ogni venalità ed interesse, dentro e fuori dal terreno di gioco.
Lo sport, quello vero, con tanto altro, ci insegna proprio questo!

editoriale a cura di Tony Ardito, giornalista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.