La Salernitana deve ancora trovare la sua ‘bandiera granata’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
C’erano una volta, e ci sono ancora, le bandiere nel variopinto mondo del calcio. Quei giocatori che hanno scelto di legare la propria carriera e la propria immagine a una sola squadra. Riuscendovi. Sono bandiere i calciatori che resistono al richiamo del denaro e della gloria esercitato da club prestigiosi, ché altra cosa è trascorrere tutta la vita professionale nella stessa società in assenza di richieste dall’esterno. È anche quello un esempio di fedeltà, ma la fedeltà che va premiata e portata a mo’ d’esempio è quella di chi resiste alle tentazioni e prosegue il cammino intrapreso con chi l’ha fatto crescere e diventare un campione.

Ma non sempre c’è oro sotto il sole delle bandiere e non sempre una bandiera può restare tale a lungo proprio per esigenze di budget o di ambizioni. Senza voler andare troppo oltre sconfinando nei casi recenti Higuain prima, Donnarumma poi sono anni che la Salernitana cerca, ma non trova, un calciatore bandiera. Un calciatore alla Fusco o alla Breda per intenderci in grado di rappresentare dentro e fuori dal campo la Salernitana.

La stessa fascia ballerina di capitano, nella stagione appena conclusa, ha dato l’esatta misura di questa assenza. Ad oggi è Tuia il giocatore da più anni con la maglia granata sulle spalle ma chi avrebbe potuto essere una bandiera, vedi Rosina, oggi viene visto come un peso sui numeri del bilancio.

Ci sono poi le bandiere ammainate per questioni di budget come Massimo Coda che ha rinunciato alle sirene della Serie A la scorsa stagione sperando di raggiungere la massima serie con la maglia granata. Questo non è accaduto e quello che poteva essere un giocatore bandiera rischia di essere immolato sull’altare dei bilanci per consentire al club di fare cassa. Ci sono poi le bandiere mancate. Tra queste annoveriamo Alfredo Donnarumma giocatore che tra altri e bassi ha guardato più partite dalla panchina che giocato in campo nei due anni a Salerno. La speranza è che prima o poi anche la Salernitana possa trovare un nuovo calciatore bandiera attorno a cui costruire la Salernitana del futuro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.