Coda al Benevento, la società ripiana le perdite e crea plusvalenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Quella compiuta da Massimo Coda è una scelta professionale. Condivisibile o no, ad un giocatore che a novembre compirà 30 anni si è ripresentata la possibilità di giocare nuovamente in Serie A, dopo l’esperienza di Parma (frenata da un infortunio grave ad un ginocchio e dal fallimento imminente dei ducali). E il bomber metelliano, che avrà anche modo di non allontanarsi troppo da casa, non se l’è lasciata scappare. Per concretizzare il sogno di Coda di tornare a cimentarsi in massima serie, serviva una società disposta a mettere sul piatto solo soldi, quelli che chiedevano Lotito e Mezzaroma (che valutavano il bomber tra i 2 e i 3 milioni di euro), e l’entourage del calciatore ha trovato anche quella.

Il Benevento, che inizialmente aveva provato ad inserire nell’affare diverse contropartite (da Cissè a De Falco), ha accettato le condizioni, ottenendo un piccolo sconto (alla fine il prezzo concordato da Vigorito con i proprietari del club granata è leggermente inferiore ai 2 milioni di euro). Alla fine, contenti tutti: il Benevento, che ha messo a disposizione di Baroni un centravanti che sa rendersi utile nella fase di costruzione della manovra (più di Ceravolo), oltre che in quella di finalizzazione.

La Salernitana, che con questi soldi non solo ripianerà la perdita, ma creerà plusvalenza di bilancio (visto che Coda era stato ingaggiato due anni fa a parametro zero dopo lo svincolo d’ufficio dal Parma); e naturalmente il calciatore, che dopo aver segnato 33 gol in due anni, ha dimostrato di meritare una nuova opportunità di confrontarsi col campionato più bello e difficile del mondo (strappando probabilmente l’ultimo contratto importante della sua carriera, quadriennale fino al 2021 a cifre più alte di quelle percepite a Salerno). I giocatori passano, la Salernitana resta e i tifosi (il cui parere non è stato di certo chiesto prima di ratificare questa operazione) si augurano quantomeno che Coda venga sostituito in maniera adeguata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ci chiedevamo cosa ci facessero dei laziali a Salerno e alla guida della Salernitana.
    Ora abbiamo la risposta.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.