Frecciarossa nel Cilento lo spot fa litigare Valiante e Cascone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Il Vallo di Diano continua ad essere dimenticato, preso in giro e beffato”.

E’ quanto sostengono dal comitato per la Sicignano Lagonegro dopo lo spot di Trenitalia che sul proprio sito indurrebbe il turista a pensare di poter facilmente raggiungere Atena Lucana, Casalbuono, Montesano sulla Marcellana, Padula, Polla, Sala Consilina.

“Eventualità che si sarebbe potuta concretizzare se la richiesta della Regione Campania alla Regione Basilicata, grazie all’interessamento di Corrado Matera, volta a far fermare il Frecciarossa 1000 Taranto/Milano a Sicignano – evidenziano dal Comitato – Peccato, però, che ciò non accade e non ci è dato sapere se la Basilicata abbia risposto all’assessore al Turismo campano e in caso affermativo cosa abbia scritto”.

E mentre l’Assessore regionale Matera ha attivato una serie di colloqui con l’assessore delegato della Regione Basilicata per condurre in porto – in sinergia – l’operazione che porta il Frecciarossa fino a Sicignano sui social si assiste al botta e risposta tra il parlamentare Simone Valiante e il consigliere regionale Luca Cascone .

Valiante, infatti, evidenzia come si siano già fatte «una quindicina di inaugurazioni alle quali non si prende l’abitudine di invitare rappresentanze istituzionali forse ritenute superflue ». «L’idea mi fu sottoposta 3 anni fa circa da Giuseppe Del Medico – aggiunge – e io mi attivai subito per un incontro al Ministero col sottosegretario De Caro e i vertici di Trenitalia. Il lavoro, poi, è proseguito con gli operatori turistici ed i sindaci e con la spinta di altri amici come Fulvio Bonavitacola ed il direttore di Expo Roberto Arditti ».

E conclude: «Le cose si fanno insieme e se magari ognuno ci mette una parte di se stesso per il ruolo istituzionale, ma anche sociale o economico che esercita, aiuta a far crescere non il protagonismo individuale ma quello di un territorio che serve alla nostra gente ed allo sviluppo ».

Immediata è la replica di Cascone. «Non invitare i deputati è stato un errore? Non lo so sinceramente, perché poi chi inviti? Tutti? O solo quelli del Pd? Non so, andrebbe chiesto a qualcuno. Mi sono solo assicurato, facendo un elenco, che venissero invitati tutti i sindaci del Cilento. Onestamente non mi sento in colpa. Mi dispiace per la tua reazione ed ho molto apprezzato la presenza di Tino Iannuzzi che ha saputo dimostrare vicinanza al territorio anche senza formalismi ».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.