Pil: Campania; De Luca «Crescita in Regione dato straordinario»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Il +2,4% del Pil in Campania, prima regione italiana nella crescita, è un dato di straordinario valore che va considerato risultato di molti e diversi fattori: una ripresa della domanda interna, un incremento forte delle esportazioni in particolare nel comparto agro-industriale ed elettronico, una marcata presenza turistica generalizzata sull’intero territorio. E pesano le iniziative del Governo in favore dell’impresa e del mercato del lavoro”.

E’ quanto afferma, in una nota, il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. “Per quello che ci riguarda, riteniamo abbiano contribuito a tali risultati le decisioni della Regione Campania: defiscalizzazione per nuovi assunti, credito d’imposta per nuovi investimenti, eliminazione dell’Irap per le start up campane, sostegno per le assunzioni.

Pesano l’avvio dei contratti di sviluppo co-finanziati dalla Regione, pesa l’immissione nel circuito economico di risorse imponenti, europee e non solo. E pesa lo sblocco di decine di cantieri piccoli e grandi, pesano le prime misure di sburocratizzazione delle procedure, e pesa anche, io credo, un clima di generale fiducia che è cresciuto rispetto al mondo dell’impresa”, aggiunge De Luca.

Per il presidente della Giunta regionale “siamo dunque di fronte a un passo in avanti importantissimo. Nei prossimi mesi, con l’avvio pieno dei progetti territoriali, con l’avvio di grandi infrastrutture, con l’erogazione dei fondi previsti nei diversi bandi (2,5 miliardi nel 2018), l’avvio di progetti di edilizia sanitaria, e lo snellimento e la semplificazione della normativa urbanistica, avremo un consolidamento di questa crescita e ci auguriamo un ulteriore suo incremento. Il cammino da compiere è ancora lungo ma possiamo guardare con fiducia al futuro”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Ecco,come si scrive un commento contro De Luca,la redazione prontamente STRONCA……ecco pure per questo motivo siamo arrivati così giù.
    Ma l’ evidenza difficilmente si può nascondere.

  2. QUI BISOGNA CAPIRE DA DOVE ARRIVANO QUESTI DATI??!!! QUESTI PRESUNTI DATI SONO PALLE MANOVRATE POLITICAMENTE,DAL GOVERNO NAZIONALE!!!! MA DOV’È QUESTA PRESUNTA RICCHEZZA??? COMMERCIO IN GINOCCHIO(SONO NEL COMMERCIO)DISOCCUPAZIONE STELLARE,FAMIGLIE ALLO STREMO,DEBITI,INSOLVIBILITÀ A TUTTI I LIVELLI,NON C’È UN EURO IN GIRO!!
    MENTRE DE LUCA PARLA DI DATO STRAORDINARIO,AUMENTO DEL 2,4%!!!!!!! BASTAAAAAAA
    VERGOGNATEVI!!! QUI PARLIAMO DEI GOVERNI DI SINISTRA CHE IN 7 ANNI HANNO DISTRUTTO QUESTO PAESE,CON LA COMPLICITÀ INFAME DELL’UNIONE EUROPEA!!!
    NON CENSURARE RISPETTATE CHI NON LA PENSA

  3. Sono più di due anni che si è insediato alla Regione e, a dispetto di quello che andava raccontando e che prometteva in campagna elettorale……poca roba…veramente pochissima.
    Passa più il tempo sui media ed in Tv a fare il pavone a raccontare balle ed un sua consapevole visione di una realtà distorta che ad impegnarsi fattivamente sui GRANDI PROBLEMI di questa Regione.
    Basti per tutte, che nella Terra dei Fuochi ha spostato qualche quintale di ecoballe al netto di centinaia di tonnellate, con procedure astruse, destinazioni poco chiare e soprattutto a costi da capogiro a fronte di tutti i miliardi che si è fatto assegnare.
    Purtroppo, mi duole ammetterlo ma si è dimostrato una totale delusione ed ormai spara cretinate giornalmente che sono solo foriere di un dato incontestabile: E’ in completa difficoltà!!!
    Quando, poi, il tutto si accompagna con il consapevole e sistematico insulto di tutti i cittadini Campani e, soprattutto, del suo elettorato che gli riponeva fiducia e speranza….non ci rimane altro che cominciare a ridergli in faccia e a pensare, seriamente, che la sua carriera da amministratore dovrà essere interrotta alle prossime consultazioni elettorali.
    Comunque, per quella che và raccontando in giro…… qualcuno gli tolga il vino!!!!

  4. Per DE LUCA BASTA sei un ignorante, il cambiamento della regione campania è certificato dai dati istat dagli investimenti dalle continue opere inaugurate in Campania, e poi mi dispiace per te ma il Paese a fatica si sta riprendendo. Fatti un po di cultura e vedi chi realmente ha portato il Paese in ginocchio 20 anni di berlusconismo e prima ancora tutta la democrazia cristiana e partito socialista che hanno rovinato questo Paese…..non abbiate sempre la memoria corta.

  5. PER CITTADINO INFORMATO(DI PALLE)
    PROFESSORINO PIDIOTA,SI NU’SCEMO!!!L’UNICA COSA CERTIFICATA CHE I’SCIEMI COMM’A TE HANNO INGUAIATO QUESTO PAESE,SENZA FARTI LA LISTA DI TUTTI I GUAI CHE I TUOI AMICHETTI DI SINISTRA HANNO FATTO E CHE ANCORA CONTINUERANNO A FARE!! NON HAI CAPITO UN CAZZO,CHE L’ISTAT È IN MANO AI PIDIOTI,LO SAI STUPIDO CHE L’ISTAT CERTIFICA COME OCCUPATI ANCHE CHI LAVORA CON I VOUCHER!!! PERCIÒ,CARO INFORMATO,CHIUR’O’CESS CA FIET’TU E TUTTA CHELLA MUNEZZA I L’AMICI R’TUOI!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.