Vaccino contro tumore fegato, lo sperimentano primi pazienti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Prenderà ufficialmente il via ai primi di settembre il vaccino terapeutico Hepavac, primo vaccino mondiale contro il cancro al fegato scoperto da un team di ricercatori del Pascale coordinato da Luigi Buonaguro. Dopo il nulla osta anche del Comitato Etico dell’Istituto dei tumori di Napoli tutto è pronto affinchè vengano arruolati i primi 40 pazienti affetti da epatocarcinoma non metastatico.

Dopo 3 anni di studi, che ha visto coinvolti, oltre all’Italia con il Pascale e il Sacro Cuore di Verona, altri 4 Paesi europei (Germania, Spagna, Belgio e Regno Unito) il protocollo vaccinale è stato approvato dalle Agenzie Regolatorie e la settimana scorsa ha avuto l’ok anche dal Comitato Etico del Pascale.

Ultimo atto perché il vaccino prendesse il via. “Se i risultati saranno quelli auspicati – dice Luigi Buonaguro – il nostro sarà il primo vaccino al mondo per il tumore epatico candidato alla sperimentazione su vasta scala per testarne in maniera definitiva l’efficacia e fornire uno strumento terapeutico per i pazienti affetti da un tumore così letale.

Durante i primi tre anni del progetto abbiamo identificato gli antigeni dell’epatocarcinoma, cioè le proteine presenti in grandi quantità solo sulle cellule tumorali. Tali antigeni sono risultati totalmente nuovi e specifici per il tumore del fegato, infatti non si trovano sulle cellule sane del fegato né in altri organi.

Questi antigeni costruiscono il vaccino HEPAVAC”. In questa fase della sperimentazione, che prenderà il via subito dopo l’estate, l’obiettivo primario è stabilirne la sicurezza e valutare la risposta immunitaria: cioè sarà valutato se i pazienti rispondono al vaccino.

Il campione (si diceva 40 pazienti) è troppo esiguo per valutarne anche l’efficacia, ma ovviamente il team di ricercatori del Pascale si augura che durante la sperimentazione il tempo libero da malattia si allunghi e si riduca il tasso di recidiva.

La sperimentazione del vaccino Hepavac anticipa di soli 3 mesi un’altra sperimentazione: a inizio 2018 prenderà, infatti, il via il vaccino Globo HKLH come terapia adiuvante in donne con tumore al seno triplo negativo presentato all’ultimo Congresso Asco di Chicago da un altro oncologo del Pascale, Michelino De Laurentiis.

“Sempre più il Pascale conferma il proprio livello di centro di riferimento per l’oncologia mondiale – dice il direttore generale dell’Irccs partenopeo, Attilio Bianchi – Questi risultati si raggiungono grazie allo sforzo dei ricercatori, ma anche di tutto il personale medico e paramedico per la dedizione ai pazienti e alla ricerca applicata.

Un grazie anche alla sensibilità del presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca che, con il protocollo d’intesa, ha creato le condizioni perché questo progresso clinico e scientifico abbia le basi per durare nel tempo verso nuovi e sempre più ambiziosi traguardi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. va benissimo, ma teniamo presente che si sta parlando di “vaccino” e di sperimentazione.Quindi:
    1.se è vaccino non ha senso, per il prodotto finito, farlo su persone malate, in quanto il vaccino andrà fatto su persone sane! ovviamente ha senso in questa fase di sperimentazione, ma se anche tutti i 4 pazienti avranno benefici questo non vuol dire che sarà un vaccino ottimo, ma un farmaco ottimo! In altre parole, potrebbe avere successo in questa fase, ma poi passando alla fase successiva che consiste nell’inoculare il vaccino in persone sane, **potrebbe** essere anche pericoloso, negativo o non vantaggioso in termini reazioniavverse/benefici.
    2.stanno facendo la sperimentazione su 40 adulti consenzienti, e quindi chiedo: quando hanno fatto quella sperimentazione grazie alla quale ora affermano che 12 vaccini su bambini con meno di un anno sono sicurissimi??? su quali bambini?? quando??? dove??? quei bambini erano consenzienti?? hanno firmato un modulo di consenso???!
    Sarebbe bello che il sapiente burioni, il quale ha dichiarato sul Foglio che “chi non vaccina è un cretino”, rispondesse invece di pontificare e di dire che lui è Dio e tutti gli altri sono cretini.

  2. X Gino
    Ma il tuo odio verso gli altri fin dove ti potrà portare ?
    Ora pontifichi anche in campo oncologico senza sapere cosa dici e con un volo parli dei vaccini sui bambini !
    Ma a persone come te, che usano persino questi argomenti medici di fondamentale importanza per prevenire e debellare le malattie che causano più morti, dovrebbe essere vietato l’uso della parola.
    Sei un soggetto pericoloso per la società e bisognerebbe rinchiuderti.

  3. Stupidissimo anonimo, è a quelli come te, non in grado di capire due righe in italiano, che dovrebbe essere vietato l’uso della parola. Emerito, io non pontifico nulla, informati su cosa è un vaccino e cosa un farmaco. Ti aiuto, un vaccino è un farmaco che si somministra ai malati, mentre un vaccino ai sani! quindi prima di somminsitrare un virus (comunque modificato) a una persona sana sarebbe auspicabile che venissero fatti test MOLTO approfonditi. E tu ignorante e presuntuoso che non sei altro, non sai che la sperimentazione dei vaccini è a carico di chi li produce, quindi..
    Poi sei davvero ottuso, quale sarebbe il mio odio verso gli altri?? ho espresso una serie di considerazioni anche tecniche, senza offendere, ma tu non sei in grado di capirle, non è colpa mia.
    Su, vai dal tuo medico e fatti prescrivere farmaci e vaccini a caso, tutti magari, così sarai più sano!
    Comunque l’unico odio che ho è quello verso gli stupidi come te, ma visto che sei anonimo non è un grave offendere un anonimo, anonimo sei di nome e di fatto.

  4. questo anonimo dev’essere lo stesso metropolita che vive nel suo mondo dei sogni! Ma lo hai capito quello che ha scritto Gino nel primo commento? non sembra, e secondo me più che metropolita sei stilita, ti sei messo in cima alla colonna a pontificare (tu sì) e giudicare, ma senza dare nessuna argomentazione, come invece Gino ha fatto. Non c’è nessun volo tra le due cose, infatti sono strettamente collegate: si parla di sperimentazione di vaccini! Ma tu proprio non arrivi a capire il nesso.

    E ti aggiungo, sai come funziona la ricerca scientifica? sai chi la sponsorizza? chi la paga? sai come viene fatta una pubblicazione scientifica? sai che guardando nella letteratura si trova tutto e il contrario, e che per questo può essere chiamata scientifica quasi qualunque cosa? e infine, sai che pure nel medioevo e nell’ottocento c’erano fior di scienziati che hanno rivoluzionato le vite in bene, ma che furono tacciati proprio di essere antiscientifici dalla supposta scienza dell’epoca?

    VAbe’ è inutile parlare con uno come te, sei come quelli che si affidano ai maghi, hai la stessa creduloneria e atteggiamento dogmatico, senza sapere la scienza è dubbio! e che anche i medici hanno opinioni differenti, tutte legittime; e poi quelli che propongono certe cure sei sicuro che siano “liberi da vincoli utilitaristici”??? non voglio fare nomi, sebbene siano in atti di processi chiusi in cassazione..

  5. ne anonimo, ma invece di offendere e sparare le tue solite teorie a caxxxo perche non ci dici cosa ci sta di sbagliato in quello che ha detto gino?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.