Cuoco campano 26enne scomparso a Nizza da giorni, s’indaga

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si chiama Adolfo Troise, ha ventisei anni, e dalla scorsa settimana i suoi familiari non hanno più notizie di lui. Il ragazzo lavorava come cuoco in un ristorante a Nizza in Francia e da tre anni si era stabilito sulla Costa Azzurra. Diversi giorni fa al fratello Gennaro arriva una telefonata da un numero sconosciuto.

«Era la sua voce ma non sono riuscito a capire molto – dice -. Ho soltanto intuito che si trovava in un ospedale ma di più non sappiamo». Una notizia che fa scattare l’allarme così la famiglia, che risiede a Licola, si è subito messa all’opera. «Abbiamo contattato la Farnesina che ha immediatamente allertato il Ministero degli Affari Esteri e il Consolato italiano in Francia – continua Gennaro -. Quindi, sono andato di persona a Nizza e per tre giorni anche attraverso i suoi amici ho iniziato delle mie indagini per cercare di capire dove si trovasse mio fratello. Ma purtroppo non sono riuscito a trovarlo».

Alto circa 1 metro e 85 viveva in Francia con un cane di razza labrador. La famiglia Troise ha anche fatto due denuncie alla polizia francese presso la stazione di Nizza e ai carabinieri della compagnia di Pozzuoli. Ma di Adolfo Troise ad oggi non si ha nessuna notizia. «Il suo cellulare risulta smarrito e il numero spento – dichiara il fratello Gennaro -. Ci sentivamo duo o tre volte al giorno con delle video chiamate per questo ad un certo punto quando ho visto che non si faceva sentire più ci siamo preoccupati. Poi, è arrivata quella telefonata che è stato l’ultimo suo contatto e non abbiamo saputo più nulla. Abbiamo anche provato a contattare quel numero sconosciuto ma anche questo è sempre spento e irrangiugibile».

La notizia nelle ultime ore ha fatto il giro della città di Pozzuoli dove Adolfo Troise era molto conosciuto ed aveva tantissimi amici. Su Facebook è partita una reazione a catena di condivisioni per un unico obiettivo. «Ti troveremo Adolfo dovunque tu sia», si legge in un post di uno dei suoi tanti ex compagni. «Siamo in stretto contatto con la Fanesina che sta facendo ricerche continue per trovarlo», conclude Gennaro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.