Salerno, provincia avvolta dalle fiamme: decine di roghi, canadair in azione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Rischiano quasi di non fare più notizia. Il pericolo è che ci si abitui ai continui incendi che devastano il nostro territorio. Ed invece è sempre importante tenere alta l’attenzione, anche mediatica, su un fenomeno che quasi sempre ha origini dolose.

Anche quest’anno dobbiamo fare i conti ogni giorno con i diversi roghi che bruciano la provincia di Salerno. Quotidianamente registriamo i tanti interventi dei Vigili del Fuoco che corrono a spegnere le fiamme.

Nel 2016 ci furono numeri da record ma quest’anno la situazione sembra anche peggiore. Solo nelle ultime 24 ore il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Salerno ha effettuato quasi 70 interventi per soccorso tecnico urgente. Impiegati anche canadir ed elicotteri che si riforniscono in mare anche a Salerno

Nella maggior parte dei casi si trattava di incendi boschivi e di sterpaglie che hanno interessato tutto il territorio provinciale. Da nord a sud, dalla Costiera Amalfitanaa quella Cilentana sono stati numerosi i roghi che hanno impegnato i caschi rossi.

In particolare quello al valico di Chiunzi in località Corbara che ha richiesto un lungo intervento. Significativi anche gli incendi a sud di Salerno come a Capaccio, San Pietro a Tanagro, Castelnuovo Cilento e Palinuro.

Le attività di spegnimento sono coordinate dalla Protezione Civile Regionale che gestisce dipendenti regionali, personale dei Vigili del fuoco e volontari.In mattinata situazione delicata nuovamente nella Valle dell’Irno e Agro Nocerino Sarnese: a Mercato San Severino un vasto incendio si è sviluppato nei pressi del depuratore nella frazione di Costa. In fiamme la secca vegetazione ripariale con il fumo che ha invaso anche il centro abitato. A Roccapiemonte, invece nella tarda mattinata di oggi a due passi da una clinica, in fiamme le sterpaglie adiacenti un’area utilizzata come parcheggio da residenti e dipendenti della struttura medica. In breve tempo, il fuoco ha raggiunto diverse vetture, danneggiandone alcune, tra le quali anche una Ferrari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Grandissime colpe vanno attribuite ai sindaci che operano uno scarso se non addirittura nullo controllo sui territori da essi amministrati. Dovrebbero emettere ordinanze sulla corretta tenuta dei fondi e farle rispettare, invece, qualche volta a bruciare sono proprio i fondi pieni di sterpi secchi di loro proprietà. Dopo i piromani, i massimi responsabili dello scempio che si sta compiendo sui territori.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.