Pistonieri Santa Maria del Rovo protagonisti a Vairano Patenora

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Parole come “Eleganza, compostezza, padronanza” nel maneggiare un’arma ad avancarica così imponente hanno riecheggiato per tutta la serata nel cielo al di sopra del Borgo e della Fortezza Medievale della città di Vairano Patenora comune della provincia di Caserta. Dal tramonto e fino a sera tardi si è esibito il Casale Santa Maria Del Rovo. Neo vincitore della “Disfida dei Trombonieri“, il Casale si è presentato all’appuntamento medievale con oltre 85 unità che hanno rappresentano una sequenza di movimenti coreografici alternati a batterie di fuoco conclusi con la famosa “Bomba” (colpo simultaneo di tutti i Pistonieri) molto suggestiva e fragorosa.

Riconoscimenti e applausi a non finire che hanno accompagnato l’esibizione divisa in due parti, apertura e chiusura, della “XVI edizione Festa Medievale” hanno inorgoglito i componenti del gruppo e il presidente che, in abiti “borghesi”, presente e supervisore affinché tutto andasse per il meglio per garantire la massima sicurezza dei componenti il sodalizio e degli spettatori, ha commentato con queste parole:

«Sempre emozionante vedere i soci del casale che rappresento esibirsi nelle piazze italiane e non solo, stupendo vederli in uno scenario medievale come questo di Vairano. Un Borgo gremito di persone in prossimità di una Fortezza imponente che viene valorizzata e diventa canale preferenziale del visitatore giunto da ogni dove per calarsi in una suggestiva serata tra banchi medievali che si accostano a scenari di “vita da campo” come l’accampamento di milizie e arcieri, una mostra delle macchine da tortura e una mostra fotografica nella chiesa di S. Maria Di Loreto che si erge nel Borgo.

Cava de’ Tirreni necessita di un recupero e di un programma di eventi che possano valorizzare e custodire nel migliore dei modi la nostra “fortezza”, l’antico maniero, più comunemente conosciuto come “Castello di Sant’Adiutore”. Purtroppo, molto spesso, il “Castello” vive nell’ombra per tutto l’anno e viene rivitalizzato solo nei giorni del mese di giugno … dimenticando che può essere un’ottima risorsa da valorizzare in diversi periodi dell’anno e attirare visitatori anche per mostre ed eventi culturali di prestigio».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.