Salerno nella morsa delle prostitute: in un chilometro decine di ragazzine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
“Da alcune settimane mi colpisce la litoranea di Salerno. Un pezzo della città capoluogo che è diventato terra di nessuno. Tornado dal mare o da passeggiate nella provincia Sud si arriva nel capoluogo e si registrano scende indegne. La costa, dal Villaggio del Sole, passando per il Porto Marina d’Arechi fino ad arrivare alle nuove abitazioni a ridosso dello stadio, è invasa da prostitute”. E’ quanto afferma in una nota Gaetano Amatruda, vice coordinatore provinciale di Forza Italia a Salerno che, da giornalista professionista quale è, racconta con un post su Facebook la sua personale esperienza con tanto di foto. Una denuncia, un appello alle forze politiche, al Comune, alle forze di polizia.

“Ieri sera mi ha colpito la presenza di ragazzine molto piccole, non avranno avuto 18 anni. Ragazze vittime e prigioniere del mercato di donne, giovani vite nelle mani di criminali senza scrupoli. Ero con amici, abbiamo avvisato la polizia. Erano le 00.21. Ho fatto due giri ed alcune foto. Ho fotografato queste ragazze, da lontano. Perché voglio tutelare la loro privacy, perché loro sono le prime vittime e non intendo metterle alla gogna – afferma Amatruda –.

“Bisogna individuare e punire chi gestisce questi mercati, chi le costringe in schiavitù. Chi ha diviso la città per zone, vanno bloccati. Gli episodi di grave violenza di questi giorni non rappresentano un fatto isolato, la criminalità organizzata sta recuperando spazi a Salerno, marca il territorio. Mette in scena la sua forza. Le forze politiche, tutte e senza divisioni, hanno il dovere di denunciare. Qui non bisogna trovare il nemico, nella politica o nelle Istituzioni. C’è una emergenza Salerno – continua – e bisogna affrontarla insieme, senza sottovalutare allarmi e sollecitando ogni Istituzione a fare il proprio dovere”.

“All’Amministrazione comunale chiedo di fare, in attesa degli interventi delle forze di polizia, qualcosa in più. Serve la videosorveglianza, presenza della polizia municipale, la voglia di difendere un quartiere che sta nascendo. Servizi e sviluppo intelligente. Serve tutelare le imprese che hanno investito nella zona, le famiglie che ci vivono. Serve soprattutto liberare queste ragazze! Subito e senza paure”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. di forza italia? Quel partito che il leader ne caricava a flotte de prostitute alla sua ville ad arcore?

  2. il problema è che in italia abbiamo la chiesa il papa e siamo tutti dei finti moralisti! che si aprissero le case chiuse recupereremmo 1 punto di PIL

  3. Come se il fenomeno fosse recente……ma uno sceriffo non disse di aver risolto il problema?…..fin quando non si stronca la domanda l offerta sará sempre una attivitá redditizia…..stangare chi chiede sesso a pagamento unica via.

  4. Se hai una sorella od una cugina,magari di bella presenza,invitale,non costringerle a fare quello.
    Vedi che ti rispondono?…a meno che non siano p….per natura

  5. Leggi di più giornali e servizi televisivi seri, in Germania e Paesi Bassi da quando hanno regolarizzato la prostituzione sono aumentate le donne sfruttate in questo lavoro soprattutto per donne dell’est. In Germania poi l’evasione è bassissima che pure idraulici e barbieri fanno le fatture, figuriamoci in Italia cosa accadrebbe dove la fattura questi censiti poveri quali idraulici,muratori,barbieri che fanno finta di piangere miseria cosa farebbero. Altra considerazione da fare, una prostituzione regolarizzata con fatture con pagamento di tasse comporta costi di prestazione maggiori(l’iva) il che farà solamente crescere un mercato nero che offrirà gli stessi servizi senza fattura a costi migliori e quindi non farà altro che continuare ad alimentare lo sfruttamento della prostituzione e delle mafie.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.