Protezione civile Regione: ancora ondate di calore fino a lunedì

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato almeno fino a lunedì pomeriggio l’allerta per ondate di calore. Permangono, infatti, le condizioni meteo tali da determinare situazioni di rischio per il possibile disagio psico-fisico, in particolare per le fasce fragili della popolazione.

Si prevedono, infatti, temperature massime che saranno superiori ai valori medi stagionali anche di 6÷8 °C, soprattutto sulle zone interne, e associate ad un tasso di umidità che, nelle ore serali e notturne, supererà anche l’80÷90%, soprattutto sulle zone costiere, e in condizioni di scarsa ventilazione. Si raccomanda alle autorità competenti di mantenere attive le misure atte a garantire attenzione e  assistenza alla popolazione.

Come difendersi dalle ondate di calore

Con l’anticiclone africano “Lucifero” che imperversa su tutta la penisola, a temperature elevatissime, è a rischio la salute delle fasce più vulnerabili della popolazione: per questo è stato attivato il programma regionale “Estate anziani 2017” e sono state divulgate informazioni per affrontare il caldo senza rischi.

Anche la Società della Salute della Lunigiana ha provveduto a inviare ai medici di Medicina Generale, ai responsabili delle RSA e dei centri diurni e ai referenti dei Comuni per il progetto “Anziani fragili” le raccomandazioni elaborate dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie. Le locandine e le brochure inviate, contenenti le indicazioni e i consigli per difendersi dalle ondate di calore, sono in esposizione presso gli studi e le strutture sanitarie affinché possano essere visionate da chi è maggioramente a rischio – anziani in primis.

”Anche se può sembrare ripetitivo o scontato, è bene ricordare agli anziani – spiega il presidente della SdS Lunigiana, Riccardo Varese – di bere molta acqua e di non uscire nelle ore più calde della giornata, perché i principali problemi di salute legati alle ondate di calore, come quella in atto, derivano proprio dal non avere queste buone abitudini”. Oltre a questo, ecco – di seguito – cosa viene consigliato.

In casa

Aerare i locali la mattina presto; cercare di controllare la temperatura interna, creando schermature alle finestre; soggiornare nelle zone più fresche; evitare di stare in ambienti poco ventilati, ai piani alti o in zone esposte al sole; limitare l’uso dei fornelli e del forno; lavarsi con acqua tiepida; privilegiare l’uso di un condizionatore d’aria; bere molti liquidi ed adottare un’alimentazione leggera; a letto evitare l’utilizzo di coperte e pigiami aderenti, meglio un lenzuolo.

Fuori casa

E’ consigliabile non uscire nelle ore calde della giornata (dalle ore 11 alle ore 17) ed evitare l’esposizione diretta al sole; cercare di indossare vestiti di colore chiaro (non aderenti e possibilmente di cotone e lino), occhiali da sole e cappello; non eliminare l’attività fisica, ma programmarla al mattino presto e dopo il tramonto; è utile, poi, passare più tempo possibile in ambienti climatizzati (negozi o altri luoghi pubblici).

In auto

In assenza di climatizzatore, evitare di intraprendere un viaggio nelle ore più calde della giornata; in caso di utilizzo di autovettura posteggiata al sole, prima di iniziare il viaggio è importante ventilare l’abitacolo; in caso di lunghi viaggi dotarsi di una scorta adeguata di acqua; non lasciare né persone né animali nell’auto parcheggiata al sole; se l’auto è climatizzata, regolare la temperatura su valori di circa 5 gradi inferiori a quella esterna; usare tendine parasole; evitare di orientare le bocchette della climatizzazione verso il conducente ed i passeggeri.

Uso dei farmaci

Conservare i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta e, comunque, a temperatura inferiore ai 30 gradi; il caldo può potenziare l’effetto di molti farmaci utilizzati per la cura dell’ipertensione e di molte malattie cardiovascolari: è opportuno, quindi, effettuare un controllo più assiduo della pressione arteriosa ed eventualmente richiedere il parere del medico curante.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.