Salerno, spiaggia S.Teresa, stranieri si avvicinano a bimba: ”Vieni con noi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Stupore, incredulità ma soprattutto paura. Sono stati questi gli stati d’animo dei baganati della spiaggia di Santa Teresa di Salerno in una domenica mattina di agosto con temperature roventi e tanta gente a mare. Una bambina dell’età di 7 anni è stata avvicinata da tre uomini di etnia rom che volevano forse rapirla. La piccola impaurita è corsa dalla zia raccontandole che i tre si sono avvicinati a lei esclamando: “Vieni con noi”. La bimba è scappata spaventata. Ovvimamente è scattata la corsa ai tre con le forze dell’ordine allertate. Vigili urbani e carabinieri hanno individuato i tre stranieri avviando indagini sull’accaduto.

Fonte Ottopagine

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Ma noi altri Italiani, che stiamo aspettando, a cacciare via questa MERDA, dal nostro paese? Che siano maledetti, loro ed i nostri politici del cazzo, che permettono che questa feccia entri tranquillamente…

  2. Coglioni sono ROM e non immigrati extracomunitari.
    In Italia ci sono da sempre e sempre ci saranno.

  3. Coglione sarai tu, ne riparliamo un giorno quando la cosa capitera’ con un tuo figlio\a …poi ci farai sapere?!

  4. x Circondati sallo schifo
    Una bocca che farebbe meglio ad eseere cucita per non fargli sparare cazzate. Pensa a quanto sei una munnezza nello spirito, nella mente e nella vita.

  5. Ha ragione Fabio , purtroppo questi signori che difendono ,generalmente non hanno nessun contatto, ne’ dal punto di vista sociale, ne’ da quello occupazionale,con questo problema,perché vivono in un mondo a parte. Dunque chi deve combattere tutti i giorni sono i soliti……..

  6. Formisano sei un demente vediamo un giorno se ti capita qualcosa questa ipocrisia dove te la ficchi

  7. Formisano ha perfettamente ragione. Sarebbe opportuno informare sul prosieguo delle indagini perché 99 volte su cento questi episodi si ridimensionano a semplici fraintendimenti dovuti a comportamenti anomali degli accusati e al pregiudizio di genitori e testimoni. Ciò detto, è verissimo che in Italia non esiste un solo caso accertato di rapimento di bimbi da parte dei rom. Solo tante chiacchiere e pregiudizi, alimentati ovviamente ed ad onor del vero dallo stile di vita deprecabile di tanti di loro. E ve lo dico dalla mia stanzetta buia in cui conduco una vita misera e senza rapporti sociali. 🙂

  8. bravo formisano non li pensare sono insoddisfatti della loro misera vita e sfogano sui social sò piccoletti di comprendonio

  9. Formisano e Matteo siete due segaioli incalliti,oltre a questo……….siete semplicemente due 💩

  10. Per l’ultimo commentatore: ma nemmeno un nickname fasullo hai il coraggio di usare?
    Sei ridicolo. Argomenta, invece di offendere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.