A Carpi per Bollini è il primo vero esame della stagione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
La partita con il Carpi è un piccolo ma importante esame sullo stato di salute dei calciatori granata, sulla qualità dell’organico, sulle capacità di Bollini di adattare la sua Salernitana a seconda degli avversari che si vanno ad affrontare. Già perchè un conto è giocare in casa con l’Alessandria un altro è affrontare al Cabassi il Carpi che si è rinforzato e non poco rispetto alla stagione scorsa.Al momento la Salernitana rimane un cantiere aperto.

La spina dorsale è composta per metà. Mancano il portiere, un mediano di qualità ed una alternativa a Bocalon o quanto meno un giocatore alla pari o addirittura più forte dell’ex Alessandria. La partita con l’Alessandria ha evidenziato alcune contraddizioni tecnico – tattiche che vanno affrontate e risolte ora perchè tra due settimane sarà già campionato ed il debutto sarà contro un avversario, il Venezia che fa il suo esordio tra i cadetti. Avversario non facile come non è facile gestire le pressioni e le attese. Un po’ tutti si nascondono dietro la frase di circostanza: faremo meglio dello scorso anno. Una ovvietà che di fatto non fissa obiettivi o traguardi. Fare meglio può significare tutto o niente.

I tifosi dal canto loro, molto più concreti hanno chiesto espressamente alla proprietà un campionato di vertice. Stagione ambiziosa che deve però fare i conti con il regime di austerity imposto dal club. Senza soldi non si cantano messe figuriamoci se si prendono attaccanti di prima fascia. La mancanza di alternative e soprattutto di prime scelte non fanno dormire sogni tranquilli.

E’ vero che il campionato non inizia oggi ma è altrettanto vero che la panchina della Salernitana è corta troppo corta per dare spunti all’allenatore. Ecco perchè ora Bollini deve essere bravo a fare di necessità virtù motivando e lavorando con il materiale che ha a disposizione. Ed invece alcune esternazioni del mister lasciano trasparire un certo malcontento che può essere anche condiviso ma non per questo avallato. Se questa squadra al momento si esprime con il 4-4-2 o con il 4-3-1-2 perchè intestardirsi con questo 4-3-3 che rischia di trasformarsi in un boomerang per la Salernitana e per lo stesso Bollini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.