In quattro anni salva in mare due donne: il coraggio di un manager di Polla

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Ogni estate sono tante le tragedie che derivano dal mare. Molto spesso le vittime sono persone che vengono risucchiate dalle acque, soprattutto quando sono agitate. Fortunatamente il tempestivo soccorso di molti spesso fa si che il numero dei decessi è di gran lunga inferiore a quelli che potrebbero essere. E’ la storia di Corrado Pecci un manager della Pagano&Ascolillo. Come hobby ha il nuoto e da qualche tempo quello di partecipare alle Spartan Race, competizioni per uomini duri, con ostacoli duri da affrontare tra corse nel fango e in salite irte. E forse questa preparazione fisica ha fatto si che in due diverse occasioni riuscisse ad affrontare il mare agitato e con coraggio salvare due ragazze che rischiavano di annegare. La prima volta nel 2013 e la seconda pochi giorni fa a Palinuro. Una ragazza di 16 anni ha cominciato ad urlare in preda al panico e soprattutto alle onde alte che la stavano trascinando a fondo. Corrado, sulla spiaggia con familiari e amici, si è gettato nel mare e l’ha portata in salvo. “Ero con gli amici e stavo andando al bar quando abbiamo sentito le urla, ci guardiamo per un attimo  – racconta -, torniamo a riva. La ragazza continua ad allontanarsi risucchiata dalle onde. Tolgo gli occhiali e maglietta e senza pensare mi tuffo in acqua. Sento gli amici urlare il mio nome, la ragazza è lì in balia delle onde e non posso non tentare di salvarla”. A questo punto il manager pollese riesce ad afferrarla. Cerca di calmarla ma ora arriva il peggio, tornare a riva. “Aspetto che le onde ci spingono a riva e riesco a trovare la corrente giusta senza farmi mandare a fondo né dalla ragazza né dal mare”. Arrivano i rinforzi, aspettano i due in un punto dove si tocca appena, prendono la ragazza e la portano via. A questo punto Pecci si siede in spiaggia, respira con affanno,  il cuore batte fortissimo. “Sento le voci attorno a me, poi mi alzo. Devo camminare ma tremo tutto, guardo le persone che mi sorridono”. A distanza di quattro anni ancora una volta una ragazza salvata dall’annegamento. Due donne fortunate di aver trovato, in quel momento, sulla spiaggia una persona coraggiosa e preparata.

Fonte Italia2tv

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.