Investito da pirata della strada attende giustizia da 8 anni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
«Da otto anni aspetto giustizia». Da otto anni aspetta. Che le forze dell’ordine rintraccino il pirata che per poco non l’ha ucciso.

Che i giudici si decidano ad assegnargli il risarcimento previsto dal Fondo di garanzia vittime della strada.

Che il Comune metta in sicurezza la strada dove ha rischiato di morire. Che i servizi sociali si facciano carico dell’assistenza che spetta a suo figlio, 24 anni ed una invalidità al cento per cento.

Vincenzo Di Fabio, 64 anni è stanco ed esasperato. Per anni ha ascoltato promesse puntualmente disattese. Nel frattempo oggi deve combattere anche con un tumore e da tre mesi ha cominciato la chemioterapia.

Vincenzo Di Fabio vendeva libri in via Dalmazia a Salerno. Nel 2009 fu vittima di un gravissimo incidente stradale. Un pirata della strada, a Cappelle, rione collinare di Salerno, lo travolse lasciandolo agonizzante sull’asfalto. Vivo per miracolo da quel momento la vita di Vincenzo Di Fabio non solo è stata stravolta ma è diventata un incubo.

Dopo l’incidente oltre alle ferite gravi riportate il suo quadro clinico si è aggravato con infezioni alla pancia ed in altre zone del corpo. Non ha potuto più lavorare ed ha rinunciato alla licenza per vendere libri sulla bancarella in via Dalmazia. Ha fatto ricorso al fondo vittime della strada ma senza alcun risultato.  Da anni aspetta che il Tribunale di Salerno si decida a sbloccare la burocrazia e ad assegnargli un aiuto economico indispensabile per andare avanti.

«Non mi posso chinare, a stento cammino con il bastone e non posso più lavorare. Prima vendevo i libri in una bancarella in via Dalmazia, ma ho dovuto restituire la licenza». Nel 2013 Di Fabio ha improvvisamente perso la moglie, che lavorando in ospedale, provvedeva al sostentamento della famiglia.

«Oggi sono costretto a vivere di elemosina, con la pensione di invalidità di mio figlio che necessita di assistenza 24 ore su 24. Questa non è vita, non è giusto essere mortificati nella propria dignità quando ho diritto ad essere risarcito. Che fanno i politici? Perchè nessuno interviene per sbloccare lo stanziamento dei fondi che mi sono dovuti e che mi aiuterebbero a campare senza pesare sul prossimo?».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Mi si è stretto il cuore……povera persona,bastonata dal destino e abbandonato da tutti.
    Personalmente vado a casa sua e lo aiuterò nel mio piccolo.
    Al riguardo dove sono i PERBENISTI E i BUONISTI che si battono per gli extracomunitari clandestini e per i cani?
    Aiutamolo a sto’ povero Cristo,ne ha bisogno.
    P.S.
    COMUNE DI SALERNO E ASSISTENZA SOCIALE(assessori e consiglieri): VERGOGNA

  2. Ennesima dimostrazione che il comune di Salerno NON SERVE A NIENTE.
    Un amministrazione comunale che è praticamente ASSENTE su TUTTI i fronti.
    Ed i tanto decantati servizi sociali?
    Auguro alla NOSTRA classe politica le stesse fortune del signor Di Fabio e mi associo all’appello di Finti perbenisti:aiutiamolo concretamente(Non pensiamo solo ai problemi dei cani)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.