«Città ispiatrice» polemiche social per il cartello sbagliato ad Eboli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La colpa sarà sicuramente data alla tipografia, anche se non sapremo mai se l’errore è stato commesso proprio da loro. La speranza di tutta la cittadinanza ebolitana è che il cartellone venga rimosso nel più breve tempo possibile. La foto, intanto, è già rimbalzata su tutti i social, finendo addirittura sulla scrivania del sindaco.

Come racconta il quotidiano Il Mattino, l’errore è ormai sulla bocca di tutti. L’autore del cartellone ha inizialmente scritto perfettamente ogni dato, fin quando è arrivato a Carlo Levi, lì infatti ha scritto «Città ispiatrice», la stessa erre dimenticata qui è stata aggiunta a “Mattero Ripa”, ovviamente sbagliando di nuovo.

Per concludere ed inserire la ciliegina sulla torta, o in questo caso sulla frittata, è stato un altro errore quale la “d” eufonica inserita in «Cristo si è fermato a(d) Eboli».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.