Salerno si “blinda” contro gli attentati ma esplodono le polemiche

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
22
Stampa
“Invece delle strade, chiudiamo le frontiere”. E’ la scritta apparsa questa mattina sulle barriere di protezione in cemento installate soltanto nella giornata di ieri in tre punti considerati sensibili nel comune capoluogo, dove l’amministrazione comunale  di Salerno ha deciso di adeguarsi alle nuove direttive emanate dal Ministero dell’Interno a difesa dei possibili attacchi terroristici. A firmare la scritta sui jersey in cemento armato posizionati all’ingresso di corso Vittorio Emanuele  da piazza Vittorio Veneto è Casa Pound.

La foto è stata pubblicata da Tv Oggi.  Non è l’unica polemica sollevata in queste ore dopo l’installazione dei blocchi di cemento. C’è chi plaude all’iniziativa per innalzare il livello di sicurezza ma chiede, nel contempo, di modificare i jersey utilizzando delle fioriere in cemento, estaticamente più gradevoli, rispetto ai blocchi.

L’istallazione della barriere – misure individuate dopo i tragici fatti di Nizza e Barcellona –sarà successivamente estesa anche ad altri punti sensibili della zona orientale e dei rioni collinari.

L’installazione, si legge in una nota di Palazzo di Città «è stata programmata in maniera tale da assicurare il complesso equilibrio tra le esigenze prioritarie di sicurezza e lo svolgimento delle attività commerciali, i diritti di mobilità veicolare dei residenti ed autorizzati, il transito dei mezzi di soccorso ed assistenza», e sono state predisposte barriere per mettere in sicurezza i due principali eventi cittadini: la festa del santo patrono e la manifestazione Luci d’artista.

Due eventi che portano in città migliaia di turisti. E proprio la festa di San Matteo è forse l’evento religioso più partecipato nel Salernitano. Una lunga processione che attraversa le vie del centro storico che ha costretto il Comune ad adeguarsi «alle recenti direttive nazionali ed alle indicazioni dei responsabili territoriali dell’ordine pubblico e della sicurezza collettiva».

I jersey sono stati installati all’ingresso di corso Vittorio Emanuela, all’altezza di piazza Vittorio Veneto, alla stazione. Altri sulla corsia lato mare del Lungomare e in via de Bartolomeis, la traversa che da piazza Mazzini sale verso il corso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

22 COMMENTI

  1. Una sconfitta PER TUTTI! Sopratutto per noi cittadini che vogliamo salerno LIBERA. Libera di fare quello che più amiamo cioè vivercela! Che Peccato che per 4 beduini e scimmie dobbiamo fare questo a noi stessi. Avere paura a casa nostra. MA CHIUDIAMO LE FRONTIERE per 10 anni e vedi come tutto torna alla normalità. Quando scendo per salerno e ci sono i quartieri pieni di immigrati, mi sembra di camminare a BOMBAI, ma la BOMBAI degradata!!

  2. Trovo GIUSTISSIMA quella scritta:invece delle strade chiudiamo le frontiere.
    Anche se ad oggi mi sembra troppo tardi,oramai siamo invasi.
    Posso fare un esempio?
    Se so’ che un animale selvaggio mi può ferire o farmi male,mica me lo faccio entrare in casa?Se dopo che ho rimasto la porta di casa aperta mi trovo il pericolo in casa…….
    STESSA IDENTICA SITUAZIONE ,checché ne dicano i buonisti e perbenisti vari

  3. Beati voi che siete convinti che chiudendo le frontiere si elimini la minaccia di attentati.

  4. Si sa per quanto durerà? Trovo tutto questo orribile, seppur per la nostra sicurezza. Ma come siamo scesi in basso è davvero brutto. Scusate ma sono scioccata perchè oggi ci hanno montato queste barriere e domani ci saranno i cancelli con il filo spinato sopra. Torniamo alla normalità, rimpatriamo i clandestini e chi non si integra!

  5. come facciamo ad andare fuori dal Paese? Oltre i buonisti, sono i fessisti a spaventarmi.

  6. Ci vogliono I palette automatici, come gia’ presenti in molti altri posti. Funzionali, e molto meno vistosi e grozzi!

  7. Salerno come le altre città italiane deve guardarsi intorno dall’incubo del terrorismo. Non si può dire chi si è chi no, chi lo farà e chi non lo farà. L’integrazione funziona quando loro si decideranno a parlare e denunciare chi è una testa matta pronta a farsi uccidere loro stessi e gli innocenti.
    Ma fino ad allora devono stare a casa loro!!!!! A CASA VOSTRA!!!

  8. Purtroppo le stragi di Londra, Parigi, Nizza, Bruxelles, Barcellona sono realmente avvenute, vorrei che come le crociate cristiane non fossero mai avvenute.
    Quindi abbattiamo le barriere ideologiche e religiose che deformano la realtà!

  9. A salerno stiamo pieni di immigrati non sappiamo nemmeno chi sono , ho visto a fuorni ex stabile equitalia e tutto pieno di immigrati e con tanto di servizi, e gli italiani il comune non gli da un alloggio o li mette nelle stese condizioni un tetto per dormire da mangiare e le pulizie diamo gli stessi diritti prima ai nostri connazionali amministrazione comunale sveglia.

  10. … sono gli animali selvaggi che hanno paura di te che ti consideri civile.
    Qualcuno ti chiederà conto prima o poi, o pensavi di farla franca sempre?

  11. …………commento delle ore 00.31:ECCO IL PERBENISTA DEL C….,CI STAVAMO PREOUCCUPANDO DELLA MANCATA ESTERNAZIONE DI BUONISMO.
    Continuare a negare l’evidenza ed a evitare di parlare delle stragi e dei crimini che OGNI giorno vengono commessi da extracomunitari proprio non lo capisco.
    Ma perché se evidenzio che molti di questi extracomunitari delinquono,non rispettano nessun uso e costume del paese che li ospita e li campa,che DISPREZZANO la nostra cultura e religione,vengo giudicato come razzista?Ripeto:non mi invento niente di che,é la cronaca nazionale quotidiana che narra delle gesta dei ‘nostri'(vostri)cari ospiti,quindi?
    La cronaca e la statistica parla chiaro:sono perlopiù clandestini e delinquenti,come mettono piede in questo paese-circo fanno e si comportano come vogliono,senza rispetto ed educazione alcuna.
    Quindi la colpa è mia o di chi tiene gli occhi aperti perché coscienti del pericolo?
    L’esempio di sopra invece calza a pennello,se una persona è cosciente di un pericolo,che può essere un animale,una persona,una strada o un oggetto,INTELLIGENTEME lo evita,ne sta’ alla larga,non se lo porta mica a casa o gli va incontro.
    Tutta questa INGIUSTIFICATA ipocrisia e buonismo,ma perché?
    Attenzione,non sto cercando di alimentare odio,razzismo o altre fesserie che dicono i buonisti,PRENDO SOLO ATTO DELLA REALTÀ.
    Non credo che in casa nostra SUBIRE questo senso di paura sia normale,oltretutto non potere avere la possibilità di esprimere il malcontento di tutto questo è assolutamente assurdo.
    Mi piacerebbe che la gente usasse di più il proprio cervello,in modo da scindere il bianco dal nero,senza voler per forza avere ragione ed attaccare chi non la pensa uguale.Invece il più delle volte si parla per partito preso(molte volte a vanvera).
    Sig.Ugo mi farebbe piacere un Vs. commento

  12. Prigionieri a casa nostra non si è mai visto. Con o senza barriere va trovata una soluzione. Non possiamo ospitarli tutti. La croce rossa, Unicef , le ong , medici senza frontiere, e tutti i bravi buonisti coi soldi degli altri li devono aiutare a casa loro. Seno prendere scopa e paletta a raccogliere la spazzatura. Qui si aiuta il salernitano senza lavoro, che deve portare il pane a casa!

  13. lA SITUAZIONE è GRAVE: LENTAMENTE, GIORNO DOPO GIORNO, SENZA ALCUN CONTROLLO SI è PERMESSO DI TUTTO. i FENOMENI SI GESTISCONO ALL’INIZIO…NON DOPO CHE ASSUMONO UNA RILEVANZA NOTEVOLE. SE SI FOSSERO FERMATI I PRIMI 5-10 VENDITORI SUL LUNGOMARE SAREBBE ANDATO TUTTO OK. PURTROPPO ORA CI VUOLE L’ESERCITO: E’ UNA INVASIONE LENTA MA COSTANTE…

  14. Queste precauzioni sono in tutta Italia ,sono direttive Governative,putroppo Salerno in inverno attira centinaia di migliaia di visitatori ed è stato imposto di cautelarsi,mo ci piace o no si devono rispettare le direttive ,inutile fare tanti commenti,significa che per 4-5 mesi ci abitueremo,che onestamente non so che fastidio danno,poi se volete commentare per fare i sapientoni a voi la scelta,di sicuro le barriere rimangono al loro posto…..

  15. Stavo per rispondere ma poi ho letto “HO RIMASTO” nel commento di “giusta la scritta” ed ho capito che era inutile. Qui l’unica cosa illegale è casa pound

  16. Il problema non sono le barriere. Il problema è tutta la feccia rossa che ha sempre avallato caos e disordine. Al rogo centri sociali ed asili politici

  17. provvedimento ridicolo questo delle barriere, serve solo per creare paura per qualcosa che qualcuno ha deciso che deve essere il nuovo obiettivo mondiale da abbattere.. dopo aver “battuto” Al qaeda, saddam, gheddafi, i ceceni, berlusconi, mubarack e quasi l’isis, ora è la volta dei terroristi camionisti che lasciano puntualmente i documenti nei camion e che puntualmente vengono presi morti. Da ricordare che tutti i precedenti “pericoli” sono stati in larga parte creati precedentemente da chi poi ha deciso di combatterli.. (v.i talebani in afganistan).
    Filo conduttore? “qualcuno” deve avere sempre qualcosa o qualcun altro da combattere, o qualche stato da salvare o qualche posto in cui esportare la propria democrazia (fallita, in quanto puro sistema di lobbies)! ..dopotutto c’è uno stato che dalla sua creazione ha passato 220 anni su 240 in guerra, grosso modo.. ci sarà un motivo, visto che le guerre le fanno a migliaia di km dai loro confini?

    Purtroppo questa delle barriere non è una decisione stupida presa da un sindaco fantasioso, ma frutto di una decisione presa molto più in alto, e calata sui cittadini per abituarli a vivere in uno stato di polizia in stile israele… e per giustificare questa decisione si è reso necessario PRIMA creare la paura, importando migliaia di clandestini, nullafacenti e in parte delinquenti, terroristi e mercenari.

    Spero che vengano tolte subito quelle inutili e stupide barriere! anche perchè secondo voi un terrorista kamikaze si farebbe impaurire da una barriera del genere? ora pare che esista SOLO l’attentato via camion!.. ma quanto ci metterebbe a imbottirsi i vestiti di esplosivi e mischiarsi tra la folla?? NULLA! e chi controlla? mettiamo pure i metal detector ad ogni angolo di strada?? vietiamo qualunque assembramento di più di 50 persone??? vi rendete conto di dove alcuni delinquenti ci vogliono portare?? ..e purtroppo non mi riferisco ai terroristi… non mi si dica che una colonna isis che viaggia con duecento toyota nuovissime nel deserto, con armi occidentali nuovissime, si sono creati da soli!

    Ricordo che la sicurezza nel mondo, intesa come società che se ne occupano, anche tramite videosorveglianza, è al 70% in mano a società israeliane. Era così a Nizza per esempio, dove su 1200 telecamere non abbiamo alcun filmato di fatto, se non qualcuno sfocato o preso da passanti.. Per passare poi a Fukushima, dove una società israeliana aveva appena finito di montare un sistema di monitoraggio “particolare”, per passare poi agli attentati di Berlino e Parigi, dove “casualmente” i primi video sono stati fatti da un giornalista del medesimo paese, marito di un alto funzionario dei servizi.. vabe

    p.s. questo è un discorso diverso, molto più alto, da quello dell’immigrazione clandestina incontrollata che importa schiavi e che ingrassa qualche partito buonista politicamente corretto, immigrazione che è solo un piccolo aspetto del quadro piu ampio che ho descritto sopra. E comunque, è anche grazie ai politicamente corretti e facilmente influenzabili, siamo in questa situazione

  18. ulteriore dettaglio che denota la stupidità di questo provvedimento calato dall’alto (prefettura, governo .. e chissà chi altro più in alto..): una volta blindato il centro dalla stazione al teatro verdi, un’ambulanza da dove passerebbe?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.