Legge sulla concorrenza. Acquistare casa con meno rischi (di Luca De Franciscis)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La legge sulla concorrenza permetterà di acquistare casa con meno rischi e, quindi, di avere una maggiore tutela da possibili inganni.

Spesso si legge che l’ignaro acquirente si è trovato nella rovinosa situazione di aver pagato l’immobile senza averne la proprietà. Il venditore (truffatore) può vendere lo stesso immobile a più persone e risulterà proprietario l’acquirente che avrà trascritto l’atto per primo. Per gli altri acquirenti vi sarà l’amara sorpresa di aver perso (con quasi certezza) il proprio denaro.

Quando ci si rivolge alle agenzie immobiliari ci si preoccupa di dare subito un acconto per bloccare l’immobile e redigere con immediatezza il preliminare di acquisto (compromesso).

Il preliminare è un contratto che obbliga l’acquirente a comprare ed il venditore a vendere, in attesa di redigere l’atto di compravendita definitivo innanzi a notaio. Per evitare che il venditore possa vendere l’immobile ad altri, costituire servitù, concedere o anche subire un’ipoteca sull’immobile, il contratto preliminare (compromesso) va trascritto nei Registri Immobiliari.

La trascrizione rende il contratto preliminare efficace/valido anche legalmente verso altri e, solo dopo la trascrizione, risulta identificabile che quell’immobile è riservato/promesso a quell’acquirente e, qualsiasi trascrizione successiva, non rileva nei suoi confronti.

A volte per la fretta o per semplificare (in modo sbagliato) o anche per non anticipare il 0.50% per la caparra e il 3% della somma versata come acconto sul prezzo pattuito, non si trascrive il preliminare e l’ipotesi di rischio di perdere il denaro versato rimane. Imposte queste che sono solo anticipate perché verranno sottratte alle imposte che saranno dovute per l’atto pubblico definitivo.

Il notaio che riceve o autentica il contratto preliminare ha 30 giorni per eseguire la trascrizione.

Quando ci si rivolge al notaio il rischio di cui innanzi è limitato ma, con la Legge 4 agosto 2017, n. 124 (comma 142 che modifica l’art.1 della legge 27 dicembre 2013 n. 147) entrata in vigore il 29 agosto 2017, il legislatore si è preoccupato di dare una certezza in più all’acquirente di immobili.

In sintesi alcune novità della corposa legge sulla concorrenza.

Nasce il “conto deposito” che obbliga il notaio a ricevere e versare su un apposito “conto corrente dedicato”, tutte le somme ricevute per estinzione di gravami, per imposte, per annotazioni, per acconto e/o saldo del prezzo relative al trasferimento della proprietà, se richiesto da almeno una delle parti.

L’acquirente, quindi, può (è consigliabile farlo) chiedere al notaio di custodire (sul conto deposito) le somme versate per il preliminare, le somme versate a saldo del prezzo di acquisto dell’immobile e a consegnarlo al venditore solo dopo la verifica che l’immobile è libero di qualsiasi “peso” e sia stato regolarmente trascritto.

In questo modo l’acquirente pagherà il venditore con la certezza che l’immobile è entrato nella sua piena proprietà, senza correre il rischio che altri possano trascrivere a proprio nome lo stesso immobile, un momento prima della sua trascrizione. Il venditore a sua volta è garantito per il pagamento perché il denaro è già nelle mani del notaio.

Indubbiamente nasce un nuovo adempimento per i notai che, forse, per il ruolo che occupano a tutela dei cittadini, ed in quanto pubblici ufficiali imparziali, possono ritenere apprezzabile la novità.

I cittadini saranno meglio tutelati da un professionista “super partes” che potrà dare una certezza in più ai loro clienti tutelandoli in eguale misura.

Per approfondire:

 

dott. Luca De Franciscis

dottore commercialista

www.studiodefranciscis.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.