Stupri, Pellegrino e Imma Vietri (FdI-AN): “Da D’Anna parole inaccettabili”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Per il senatore Vincenzo D’Anna «le donne lo devono pensare che c’è gente in giro che può fargli del male. Le donne hanno un appeal che è diverso dagli uomini, potrei parlare degli ormoni, dell’aggressività. Certe volte un tipo di abbigliamento, un tipo di contesto, fa pensare a dei soggetti che siano una manifestazione di disponibilità da parte della donna. Serve un poco di buonsenso, un poco di cautela, alle donne non farebbe male». Siamo di fronte ad affermazioni vergognose, inaccettabili, ancora di più se pronunciate da un senatore della Repubblica italiana”. È quanto dichiarano in una nota congiunta Cinzia Pellegrino e Imma Vietri, rispettivamente coordinatore nazionale e coordinatore della Campania del Dipartimento Tutela delle Vittime di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

“Ci vuole coraggio a dire simili sciocchezze che denotano la totale mancanza di rispetto nei confronti delle donne, soprattutto di quelle vittime di violenza e abusi – spiegano -. Una piaga, un reato odioso, un fenomeno spesso ancora troppo sommerso. Nessuno dovrebbe giustificare stupri e altre nefandezze in nome di un presunto fattore fisiologico o istinto primordiale. Con le sue parole il senatore D’Anna, non nuovo a queste “uscite” maschiliste e primitive, calpesta la dignità di tutte le donne. Per noi le donne devono avere piena libertà o forse, caro senatore D’Anna, dovremmo educarle ad andare in spiaggia con il burka?”.

“Presti gratuitamente – concludono Pellegrino e Vietri – servizio come volontario per sei mesi in un centro antiviolenza. Così avrebbe prova dello stato psicologico delle vittime, dal momento che esiste una seconda violenza che le donne violentate subiscono, quella di sentirsi in colpa e provare vergogna per quello che è accaduto. Colpevoli per qualcosa che non hanno fatto, ma che al contrario hanno fatto contro di loro. Provare vergogna, perché essere vittime di violenza può, in parte, essere responsabilità delle vittime stesse”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.