Salerno: la paranza di San Matteo vince il “Palio dei portatori”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
I protagonisti principali sono loro, i portatori. E alla fine il palco è loro e la paranza di San Matteo si porta a casa il Palio 2017. Ma nella due giorni di San Matteo Sport e Valori, organizzata dal Coni provinciale e giunta alla sedicesima edizione, la scena ai portatori l’hanno più di una volta rubata i ragazzi e ragazzini e bambini venuti dalle scuole e dalle parrocchie o semplicemente portati da mamma a papà a misurarsi in mille sfide, in miriadi di discipline sportive, alcune sconosciute ai più, in una grande festa dello sport organizzata con passione da Paola Berardino, delegata provinciale del Coni Salerno.

Alla fine è il momento dei conti: dalle parrocchie e dalle scuole di Salerno e provincia sono venuti a giocare con lo sport un migliaio di giovani che in una domenica con un sole un po’ ballerino si sono provati nelle discipline tradizionali e in quelle più azzardate. E abbiamo visto scriccioli, e scricciole, di quattro o cinque anni arrampicarsi senza paura sulla parete attrezzata dal Cai Salerno, o montare a cavallo, o battersi come leoni in partite di pallacanestro o travestirsi da mostri paurosi in un assaggio di teakwondo o lotta libera.

Felice, Paola Berardino: “Noi non cerchiamo i bravi. Noi cerchiamo i pigri. I ragazzi che passerebbero la domenica incollati al televisore e invece vengono qui a scoprire che magari gli piace arrampicarsi o giocare a beach badminton”.

Il palio si è fatto in tre. Oltre al palio dei portatori, si è disputato il palio delle parrocchie e quello delle scuole. Fra le parrocchie ha vinto la San Vito di Capaccio, il palio delle scuole se lo è aggiudicato il Liceo Da Procida. C’è poi stata la sfida ludolinguistica, vinta per le scuole medie dall’Istituto Comprensivo Moscati di Pontecagnano Faiano, per le superiori dal Liceo De Santis, per le parrocchie dalla parrocchia di San Benedetto di Pontecagnano Faiano.

Il tutto schierando anche atleti tesserati delle tante federazioni sportive che hanno aderito all’evento. Fra questi, allievi, cadetti, ragazzi e juniores che si sono sfidati  nel mach race di canottaggio della Canottieri Irno, e i giovani diversamente abili dell’ Irno e della romana Tevere Remo, che si sono contesi il 1° Trofeo Special Olympics San Matteo.  Il tutto con il supporto tecnico- sportivo del Circolo Canottieri Irno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.