A Vercelli è disastro Rodriguez: ancora un pari per i granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Termina con l’ennesimo pareggio la quinta giornata di serie B per la Salernitana a Vercelli. Al Piola padroni di casa giocano un gran primo tempo e trovano con Firenze il vantaggio nel finale di tempo. I granata mai in partita hanno qualche buona chance non sfruttata e si ritrovano con Alex infortunato e sostituito da Rossi.

Nella ripresa i padroni di casa il primo quarto d’ora cercano di chiudere il match ma in superlativo Radunovic si oppone più volte. I piemontesi iniziano ad accusare la stanchezza e l’ingresso di Di Roberto per uno spento Signorelli cambia la dinamica della contesa. Salernitana più vivace e pareggio che arriva al 65’ con il colpo di testa di Schiavi. La Pro sembra crollare e un contropiede di Rossi spiana la strada a Rodriguez che deve solo spingerla in rete ma dinanzi a Marcone lo spagnolo sciupa la più facile delle occasioni tra la disperazioni dell’undici campano. Il finale è solo un tiki-taka inutile e i granata restano ancora nei bassi fondi della classifica arenati da Bollini e stavolta da Rodriguez.

PRE GARA

Salernitana dunque a Vercelli alla vigilia a caccia della prima vittoria della stagione. Dopo il match contro il Pescara pareggiato in extremis sabato scorso all’Arechi e le stoccate al veleno in sala stampa di Lotito sui ruoli attribuiti ai giocatori da Bollini, il tecnico ex Lazio in Piemonte si gioca tanto se non proprio tutto. E cosi nel turno infrasettimanale valevole per la quinta della Serie B, i granata presentano una novità per reparto rispetto alla gara di sabato. In difesa c’è Schiavi in coppia con Bernardini, Tuia scivola in panchina. A centrocampo con Minala e Ricci c’è Signorelli che fa il suo debutto ufficiale con la maglia granata dal primo minuto. In avanti Alex che bene ha figurato quando è entrato in campo contro il Pescara, affianca Rodriguez (anche lui esordio dal 1’) e Sprocati (ex di turno) con Bocalon che parte dalla panchina.

Il salernitano Grassadonia, mister della Pro Vercelli, affiancato in panchina dal suo collaboratore l’altro ex granata e bandiera Luca Fusco sa di giocarsi la panchina proprio contro il suo passato e ha deciso di abbandonare la difesa e tre e di rispolverare il “suo” 4-3-3. O qualcosa di molto simile, comunque, con i due accanto alla prima punta che invece di agire larghissimi potrebbero spesso venire a giocare dentro al campo. Dettagli, insomma. In porta andrà Marcone, con Ghiglione, Legati, Bergamelli e Mammarella in difesa. In mediana spazio a Germano, Vives e Vajushi, con Firenze e Bifulco ad assistere Raicevic. Arbitra Marini di Roma.

LA PARTITA

Squadre in campo in una serata climaticamente alquanto fresca. Sparuta la rappresentanza di tifosi granata presenti in Piemonte. Pronti via padroni di casa subito pericolosi con Bifulco che buca la difesa e dall’interno dell’area di rigore e con un piatto angolato chiama in causa Radunovic bravo a chiudere lo specchio e deviare in corner. Il forcing prosegue con una serie di calci d’angolo conquistati in serie che schiacciano la Salernitana nella propria metà campo.

Al 7’ conclusione dalla distanza di Raicevic che prova a sfondare per le vie centrali ma ancora una volta il portiere serbo si trovare presente. Un minuto dopo la Pro ancora vicina al vantaggio: in ripartenza Germano si trova a tu per tu contro Radunovic che di piede salva ancora una volta la sua porta. La squadra di Bollini in grande sofferenza in questi primi minuti come non mai dall’inizio del torneo. Vitale al quarto d’ora cerca di spezzare l’assedio con un tiro dalla distanza che si spegne sul fondo. Al 22’ fallo di Firenze su Rodriguez che si becca il primo giallo della serata. Dalla punizione è il solito sinistro di Vitale a creare grattacapi a Marcone. Al 23’ la palla buona è per Sprocati dopo un’azione Alex-Ricci, l’ex vercellese si fa chiudere in corner.

Al 26’ ci prova l’ex paganese Firenze con un tiro che si abbassa poco prima della traversa. Un minuto dopo un bel cross di Bifulco trova la testa di Vajushi che alza la mira. Alla mezz’ora Alex innesca Rodriguez che si invola tutto solo contro Marcone ma si fa ipnotizzare dall’estremo piemontese che salva in corner. Al 34’ brutto fallo di Mammarella su Alex che rimane a terra dolorante: cartellino giallo con la panchina granata che chiede il rosso. Al 36’ Sprocati lavora un bel pallone e serve la sfera a Minala che da centro area spara alto. Al 38’ nel momento migliore granata buco difensivo degli uomini di Bollini che consento al tutto solo Firenze di battere Radunovic. Esplode il Silvio Piola con Grassadonia che abbraccia Fusco in panchina.

Salernitana in bambola: filtrante per Raicevic che frana su Radunovic, l’arbitro chiama la punizione. Alex zoppicante pronto a lasciare il campo a favore di Rossi. Granata che passano al 4-4-2 ma è ancora la Pro a sfiorare il raddoppio salvato da Radunovic. Dopo tre minuti di recupero e l’ennesimo miracolo del portiere granata e un giallo a Ricci termina un primo tempo di chiara marca piemontese.

SECONDO TEMPO

Squadre in campo per la ripresa con gli stessi ventidue che hanno concluso la prima frazione. La Salernitana prova a reagire subito ma si espone al contropiede dei padroni di casa. Grassadonia inserisce Barlocco a favore di Mammarella intanto Germano con due cross mette in grossa difficoltà un imbarazzante difesa campana che si salva in corner. Bollini gioca la carta Di Roberto al posto di uno spento Signorelli, si passa ad un 4-2-4 sbilanciatissimo.

Al quarto d’ora gli ospiti trovano due corner consecutivi che non sfruttano al meglio. Dopo un pallonetto di Vives terminato alto esce Vajushi per Castiglia. Al 20’ quasi a sorpresa il pari granata: angolo del solito Vitale che pesca la testa di Schiavi che sigla l’1-1. Tutto da rifare per i padroni di casa colpevoli di non aver chiuso il match. Al 25’ Bifulco salta Vitale e serve la sfera a Raicevic  anticipato dall’onnipresente Radunovic. Ammonto anche Bernardini intanto al 25’. Al 26’ da corner piemontese colpo di testa di Germano, la sfera sbatte forse sul braccio di Vitale che libera sulla linea, per l’arbitro si può proseguire tra le proteste del Piola. Alla mezz’ora Rodriguez servito da Rossi tutto solo sciupa un gol che dire dell’incredibile è poco.

La Pro Vercelli è stanca e i granata ora hanno in mano la gara che non riescono a fare propria. Schiavi, autore del pari lascia il campo per crampi a favore di Tuia. Dopo cinque minuti di recupero, un giallo a Rossi e qualche ripartenza granata termina con l’ennesimo pareggio con i granata che restano nei bassi fondi della classifica arenati da Bollini e stavolta anche da Rodriguez.

TABELLINO PRO VERCELLI-SALERNITANA 1-1

PRO VERCELLI (4-3-2-1): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella (9’ st Barlocco); Germano, Vives, Firenze; Vajushi (17’ st Castiglia), Bifulco (32’ st Konate); Raicevic. A disp. Nobile, Berra, Morra, Castiglia, Rovini, Gilardi, Pugliese, Grossi, Polidori, Bruno. All. Grassadonia.

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Perico, Schiavi (43’ st Tuia), Bernardini, Vitale; Minala, Signorelli (12’ st Di Roberto), Ricci; Alex (42’ pt Rossi), Rodriguez, Sprocati. A disp. Adamonis, Mantovani, Zito, Iliadis, Kiyine, Della Rocca, Tuia, Bocalon, Asmah, Rossi, Cicerelli. All: Alberto Bollini

ARBITRO: Sig. Valerio Marini di Roma 1 (Imperiale/Scatragli) IV uomo: Provesi

NOTE. Marcatori: 38’ pt Firenze (PV), 20’ st Schiavi (S). Ammoniti: Firenze, Mammarella (PV), Ricci, Bernardini, Rossi (S). Angoli: 6-6. Recupero: 3’ pt – 5′ st. Spettatori: 2560 per un incasso di 16400 euro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Questa società è ancora in tempo per raddrizzare una stagione partita male e che finirà peggio . Gravano sull’ allenatore scelte incomprensibili nessuna idea di gioco e una mancanza totale di carattere su questi calciatori . Non sono sereni e neanche lucidi. È improbabile che all’improvviso abbiamo dimenticato anche i passaggi più elementari.

  2. Commentare l incommentabile ?
    Impossossibile !
    Sempre piu’ convinto che la salernitana dovrebbe cambiare sponsor sulle magluette con :
    DITTA DE CUBERTIN
    L IMPORTANTE NON E’ VINCERE MA PARTECIPARE….VERGOGNA

  3. No comment su mezzaroma Lotito Fabiani bollini e schiappe varie ke ogni anno sbarcano nella nostra città. Vergogna

  4. ma è meno colpevole rispetto a Lotito che lo ha messo in panchina, a Fabiani che compra schiappe e ai giocatori che rubano lo stipendio

  5. Oltre al citato quartetto cetra (lotito, mezzaroma, fabiani e bollini) sono convinto, più che mai, che questa assurda maglia, oltre essere inguardabile, porti una sfiga incredibile. CAMBIATE QUESTE MAGLIE E RIDATECI QUELLE GRANATA CON BORDI NERI O, AL LIMITE, BIANCHI. Sempre e solo forza Salernitana

  6. Squadra senza gioco,ogni partita si cambia formazione,giocatori senza motivazione,sarà dura ottenere una salvezza così,regalare sempre un tempo agli avversari secondo me urge un cambio tecnico in tempi brevi altrimenti si compromette un campionato già dall’inizio.

  7. Non vorrei sparare cavolate, ma considerata la completa abulia e apatia dimostrate dai calciatori mi viene da pensare che i giocatori abbiano scaricato l’allenatore. I giocatori si sono rotti le scatole di questi continui cambi di modulo in aggiunta al fatto che li fa giocare fuori ruolo esponendoli a sconfitte e figure di mexxa!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.