Granata in attesa di una prova d’orgoglio, Bollini ancora in emergenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
19esima in classifica dopo 5 giornate, ancora a secco di vittorie, la Salernitana è andata incontro a 4 pareggi (0-0 a Venezia, in rimonta contro Ternana, Pro Vercelli e Pescara) e ad una sconfitta (a Carpi). La squadra di Bollini ha puntualmente sbagliato approccio, contro avversari alla portata e contro team più quotati. A voler vedere il bicchiere mezzo pieno, bisogna dire che ha dimostrato carattere rimontando per in tre gare lo svantaggio iniziale. A volerlo vedere mezzo vuoto, bisogna sottolineare che in questo avvio di stagione i granata non sono mai riusciti a passare in vantaggio.

Non basta. Dopo il pari ad occhiali in Laguna, la Salernitana ha sempre incassato almeno un gol (3 contro la Ternana e 2 contro il Pescara, nelle due gare interne fin qui disputate). Mister Bollini, che spera di recuperare almeno part-time Rosina, dovrà inoltre fare a meno di Rizzo, Odjer, Alex e probabilmente anche di Pucino, recuperabile al limite per la panchina. Giocare una gara che sa tanto di dentro o fuori (visto che la società si aspetta dal gruppo una prova quantomeno d’orgoglio e dal tecnico delle soluzioni ai problemi incontrati dalla sua squadra in avvio di stagione) in queste condizioni non è affatto facile.

Bollini proverà a mandare in campo la miglior formazione possibile, tenendo ben presenti le indicazioni ricevute anche da dirigenza e proprietà (riguardo all’utilizzo di calciatori fuori ruolo). Di certo al centro dell’attacco si rivedrà Bocalon, sperando che il turno di riposo osservato a Vercelli possa avergli restituito energie (contro il Pescara era parso in debito d’ossigeno). A sinistra ci sarà ancora Sprocati, a destra uno tra Rosina, Di Roberto e Cicerelli. Se giocasse Rossi, infatti, mister Bollini per rispettare le indicazioni societarie dovrebbe cambiare modulo (come accaduto nella ripresa a Vercelli).

Ma in questo momento, per ragioni d’equilibrio (visto che lo Spezia in trasferta abbandona il 3-4-3 utilizzando un centrocampista in più), molto probabilmente non si potrà prescindere da una mediana più folta. Minala potrebbe fungere da interno, con Ricci sul centrodestra e Zito interno di sinistra. Se invece ci fosse un’altra chance per Signorelli o se venisse ripescato Della Rocca (parso “molle” contro il Pescara), Minala e Ricci sarebbero confermati come mezzali. A difesa della porta di Radunovic potrebbe esserci una novità: Perico è parso affaticato a Vercelli, non è escluso allora che al suo posto possa essere impiegato Tuia (già in passato sacrificatosi sulla fascia) con la conferma di Schiavi al fianco di Bernardini e di Vitale a sinistra.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.