Parcheggio selvaggio a Napoli: i cattivi esempi di Sacerdote e Magistrato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Ogni sforzo per combattere la sosta selvaggia e i parcheggiatori abusivi diventa inutile quando chi dovrebbe dare il buon esempio fa tutt’altro, comportandosi nel peggiore dei modi possibili”. Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, citando i casi di queste ultime ore “del sacerdote che ha giustificato un parcheggio selvaggio nell’area antistante il sagrato del Duomo con un cartello in cui precisa che è “impegnato nell’esercizio delle sue funzioni ministeriali” manco fosse un medico o un poliziotto e quello dell’auto di un Magistrato che ha, nei fatti, bloccato l’accesso e l’uscita da un palazzo in via Santa Lucia”.

“Con tutto il rispetto per le funzioni religiose e per il valore che hanno per i credenti, non ci saranno conseguenze particolarmente gravi se le si esercitano con qualche minuto di ritardo necessario a trovare un posto per la macchina, così come non si capisce per quale motivo l’auto di un Magistrato debba essere parcheggiata in modo tale da rendere difficile l’ingresso e l’uscita a chi vive o lavora in un palazzo” hanno continuato Borrelli e Simioli per i quali “guardando le foto postate su fb dal giornalista Peppe Iannicielli, il foglietto apposto dal sacerdote per giustificare il parcheggio selvaggio è plastificato, il che fa pensare che parcheggiare in modo selvaggio sia una consuetudine”.

“Sia per il Sacerdote che per il Magistrato sarebbero auspicabili richiami ufficiali da parte del Cardinale Sepe e da parte del Procuratore capo di Napoli che dovrebbero stigmatizzare comportamenti diseducativi” hanno concluso Borrelli e Simioli per i quali “questi comportamenti sono la dimostrazione che, a parole, tutti si lamentano del parcheggio selvaggio e dei parcheggiatori abusivi, ma, poi, nei fatti, tutti si comportano allo stesso modo, anche la cosìddetta borghesia, alcuni esponenti delle istituzioni laiche o religiose o chi dovrebbe dare il buon esempio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.