Sarno: si inaugura a Villa Lanzar la nuova sede della biblioteca comunale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sabato 30 settembre 2017, alle ore 10,30, presso Villa Lanzara, a Sarno, verrà inaugurata la nuova sede della biblioteca comunale. Conferenza stampa: interverranno il Sindaco di Sarno Giuseppe Canfora; l’Assessore all’Urbanistica Emilia Esposito; l’Assessore alla Cultura Vincenzo Salerno. Volumi italiani e stranieri di piccolo formato per presentare la nuova casa dei libri del Comune di Sarno. S’inaugura domani con la mostra “Piccoli e necessari. Storie di libri di piccolo formato” – curata da Raimondo Di Maio e Antonella Cristiani – la nuova sede della biblioteca comunale di Sarno, negli spazi di Villa Lanzara, palazzo storico nel centro cittadino.

Quattro stanze per raccogliere parte del patrimonio librario dell’Ente sarnese: in prevalenza collane di classici antichi greco-latini e di letterature europee, testi di filosofia, sociologia, di giurisprudenza e una ricca sezione di opere di storia locale e del Mezzogiorno. La novità è costituita dallo spazio di biblio-ludoteca, pensato ed attrezzato per gli alunni delle scuole materne e delle primarie. Entro la fine dell’anno è previsto il trasferimento nella stessa sede anche dell’Archivio Storico, attualmente ospitato a Palazzo San Domenico, nel borgo medievale di San Matteo.

“I libri di piccolo formato – spiega il curatore della mostra Raimondo Di Maio – percorrono, parallelamente, la storia del libro, di cui sono parte. Storia minima, la loro, ma non priva di una certa importanza, che vale la pena di raccontare alcuni episodi curiosi ed interessanti”.

“Si può immaginare – aggiunge Antonella Cristiani – che da un secolo all’altro, da un paese all’altro, si sia ingaggiata quasi una gara nel tentativo di ridurre quanto più possibile il formato del libro. È questa, probabilmente, la leva che ha fatto stampare rari e ambiti volumi di piccole dimensioni, alcuni dei quali sono esposti in questa mostra, che rappresentano il documento a un tempo, di un raffinato concorso di tecniche tipografiche e, soprattutto, di avventurosi progetti editoriali”. Nella nuova sede verrà anche esposto il libro d’artista “A mare”, con testo poetico di Isabella Panfido e con corredo iconografico di Emilio Isgrò, donato al Comune di Sarno dall’editore bellunese Egidio Fiorin di Colophon Arte.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.