Salerno, De Luca: «Gli abusivi devono essere buttati fuori»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Si appella nuovamente ai corpi speciali Vincenzo De Luca per ‘liberare’ il lungomare dai venditori abusivi. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca , nel corso del consueto appuntamento settimanale su LiraTv nel parlare di sicurezza e dei venditori di merce contraffatta dice:  «A Salerno abbiamo una concentrazione di extracomunitari abusivi che pretendono di esercitare la vendita di prodotti contraffatti sul lungomare, sul corso Emanuele, nei luoghi maggiormente frequentati. Qualche anno fa, quando ero sindaco, facemmo un accordo con Amadou Amadou, persona civilissima, rappresentante della comunità dei senegalesi. E decidemmo di organizzare dei mercatini etnici, scegliendo i luoghi che, naturalmente, non possono essere centrali ma appetibili commercialmente ». 

Adesso, invece, la pacifica convivenza si è tramutata in una vera e propria guerra di territorio. Di questo n’è convinto De Luca: «Oggi siamo di fronte – sottolinea – a gruppi di delinquenti che pretendono di vendere i loro prodotti abusivi dove vogliono e come vogliono. La mia opinione è che di fronte a questi atteggiamenti debbano essere buttati fuori. Ci sono serate che sul lungomare di Salerno non si riesce a camminare, in quanto invaso da centinaia di abusivi. A Napoli non è così, perché il territorio viene controllato anche da altri soggetti».

De Luca ha ribadito in Tv di aver chiesto al «Ministro dell’Interno di affiancare alle forze dell’ordine agenti anti sommossa, perché quando ci sono 200 di questi signori che aggrediscono i vigili urbani è indispensabile che intervengano altre forze. Non possiamo perdere giornate mesi ed anni per rincorrere questi che, con un arroganza e prepotenza intollerabili, pensano di fare il loro porco comodo».

E poi aggiunge: «Abbiamo avuto sempre una posizione di rispetto, di umanità, di dialogo, di accoglienza e, dunque, devono capire che le decisioni le prendono le istituzioni e non i prepotenti ». De Luca ha fatto appello alla Prefettura affinchè «si metta in piedi un piano di sgombero definitivo e anche di arresti per quelli che aggrediscono i vigili urbani e le forze dell’ordine».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Ma è mai possibile che queste cose le deve dire, a muso duro, Lui da Napoli e non Napoli da Salerno…
    Con Lui in 15 giorni si sarebbe risolto il problema.

  2. Ci vuole De Luca di nuovo a Salerno, ci sono calci nel culo in attesa di essere distribuiti e solo lui può farlo.

  3. Ma non vi rendete conto che vi prende per i fondelli? Chi ha messo Napoli il pd salernitano…e chi ci sta nel pd? lui…quel doso che sta adesso alla Regione. Chi e’ che ci ha mangiato sull’arrivo degli immigrati? il comune! che per ogni essere umano, si e’ preso 45euro. Fatevi voi i conti…

  4. x17:43

    Imbecille ci sarai te, scommetto che sei un bimbominkia NEET fancazzista, va a lavorare poi sarai autorizzato a parlare con gli adulti.

  5. Quello che dice è la verità(mercatini etnici e atteggiamento irrispettoso di gente che occupa in maniera vergognosa il lungomare), ma uno si chiede, ma non può dire al figlio ….fate un ordinanza in cui si multa chi acquista?
    Perchè non si mettono 2 telecamere a piazza della Concordia e iniziò lungomare, che a differenza di Santa Teresa( controllata da ……..) è diventata terra di nessuno?

  6. Svegliatevi, non fatevi ingannare da chi è l’artefice del degrado di Salerno. Ora vuole mettersi in rilievo perché ha capuro che sta perdendo i consensi. Chi ci amministra è solo un suo soldatino, come agli uomini che si è portato in Regione. Svegliatevi, Svegliatevi.

  7. Certo che siete proprio ottusi avete ancora le fette di prosciutto sugli occhi?! Chi ha permesso tutto questo??? Chi li ha fatti venire??? Sempre più bella SalerNO scuola di democrazia si fa business a go go e noi poveri cittadini tartassati a pagare le tasse più alte d’Italia per mantere il pastore con tutti i pecoroni …

  8. oltre quanto detto da 17:43, aggiungo per i primi tre (e quelli che la pensano allo stesso modo): ci pensate che voi (e de luca) state dicendo le stesse cose di Salvini? non entro nel merito della correttezza o meno, ma sono le stesse! quindi, o salvini non dice sciocchezze oppure voi siete falsi quando lo criticate

  9. Leggendo i commenti è chiara una cosa :nessuno ragiona con il proprio cervello e nessuno ha un ideale in testa. Solo buoni a fare i pappagalli.
    Chiaro pure il fatto che il buon De Luca vuol far credere di essere “il messia”, il profeta che sa’ sempre come risolvere il problema, che la colpa è sempre degli altri. E i pecoroni “abboccano”. Usare il proprio cervello.
    D’accordo con Cittadino de 1:30 e d’accordo con Sig. Gino.

  10. Definire Sig. capre che scrivono commenti a vancera pur di denigrare De Luca è segnale del livello di ignoranza che vi avvolge. Mettere poi bimbominkia Salvini a confronto con De Luca penso sia una delle più grandi aberrazioni mentali possibili; uno come il coglioncello padano che pensa alla purezza della razza padana (usando gli ignoranti caproni del sud per raggranellare voti) non può essere paragonato a chi (giustamente) parla di abusivi e non di immigrati per il decoro di una città piena di avvocati politici che non sanno fare ne l’uno ne l’altro

  11. che dire? uno Anonimo, che scrive parole tipo “bimbominkia”, che usa la K al posto della C, può solo essere definito un cretino, semplice. Inutile quindi continuare sul resto, non capirebbe. Anche perchè non sarei capace di scrivere nella sua lingua da cretino, né lui di capire (come ha già dimostrato).

  12. Meglio cretino che leghista, fascista o 5 stelle.
    Non potresti mai capire la mia lingua perché è giovane, è piena di contenuti troppo elevati per te che ti limiti a seguire il gruppo.
    Dalla tua infinita scienza e conoscenza dimostra cosa non ho capito (tanto già so che non avrò risposta)

  13. non discuto con i cretini che scrivono con K, e usano parole tipo bimbominkia, coglioncello nel commentare (si presuppone) seriamente un articolo. E poi il cretino non ha connotazione politica, un cretino leghista (presente) non è diverso da un cretino comunista o democratico (altrettanto diffusi). Una prova della tua condizione è l’affermazione che io seguo il gruppo! per chi mi legge su queste pagine dovrebbe essere chiaro che non ho nessuna connotazione politica, e in vari commenti sono pro e contro tutti, guardando ai singoli fatti e non semplicemente al soggetto (de luca in questo caso). Quindi torniamo all’incipit: non discuto con i cretini che scrivono con K. La risposta in qualche modo l’hai avuta, la soddisfazione di elevare il tuo basso profilo culturale, di conoscenza e di ottusaggine politica non te la do. Su, ora korri a fare una okkupazione mi rakkomando: vedi? ho fatto una rivoluzione! pensavo fosse piu difficile, ma ho imparato già! (dubito che capirai questa frase)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.