I soliti errori visti a Parma sono da correggere il prima possibile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dopo la trasferta di Parma mister Bollini, finito di nuovo dietro la lavagna per la scelta di lasciare inizialmente fuori uno Sprocati al momento insostituibile e di puntare ancora su un “molle” Della Rocca, ha messo sul piatto della bilancia aspetti negativi ed altri positivi. Il bicchiere, dal punto di vista del tecnico di Poggio Rusco, può essere considerato mezzo pieno. Ancora una volta la sua squadra ha dimostrato carattere, rimontando addirittura da una situazione di doppio svantaggio. I granata non si sono persi d’animo ed hanno continuato a proporre il loro gioco senza farsi prendere dalla frenesia.

La Salernitana ha trovato la via del gol (il primo) con un’azione ragionata, avvolgente, e poi è stato ancora una volta bravissimo Sprocati a pescare il jolly. Le contromosse adottate (in corsa) da Bollini hanno cambiato volto alla Salernitana: da prima punta “vera”, senza Bocalon al suo fianco, Rodriguez è diventato determinante, causando due espulsioni e procurandosi il calcio di rigore poi trasformato da Vitale. Gli uomini entrati dalla panchina si sono comportati non come riserve, ma come titolari aggiunti, e anche questa è una dimostrazione di forza mentale. E allora perchè la Salernitana non riesce a giocare con lo stesso piglio dal primo minuto?

Perchè sistematicamente subisce gol alla prima occasione? Perchè continua ad incassare reti sugli sviluppi di calci piazzati? Perchè perde puntualmente il confronto relativo al possesso palla? E’ chiaro che la partita di Parma fa relativamente testo, viste le tante assenze (molte delle quali concentrate nel pacchetto arretrato). Ma è anche vero che per sabato la situazione non sarà molto diversa, visto che Tuia e Bernardini ne avranno ancora per un po’, che Perico è ancora acciaccato e le chance di recuperare Pucino sono tutte da valutare.

Senza considerare che in porta potrebbe toccare addirittura ad Iliadis, visti gli impegni in nazionale di Radunovic (bravo tra i pali, insicuro nelle uscite) ed Adamonis. La base di partenza contro l’Ascoli sarà ancora il 3-4-1-2, ma per quanto riguarda la scelta degli uomini Bollini (che dovrà trovare il modo di inserire nello scacchiere anche Rosina) attende prima indicazioni dallo staff sanitario e poi potrà sciogliere i vari dubbi che lo accompagneranno nel corso della settimana, assieme al lavoro da svolgere per risolvere i problemi evidenziati dai suoi in queste prime gare della stagione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.