Adamonis, buona la prima da titolare del giovane portiere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Buona la prima per Adamonis: si è rivelato decisamente positivo l’esordio in serie B per il giovane portiere scuola Lazio, che ha impedito all’Ascoli di passare all’Arechi. L’estremo difensore lituano chiude la saracinesca granata, anche in occasione del rigore calciato, non di certo in maniera impeccabile, da Rosseti. Adamonis, però, è stato abile a tenere a bada le emozioni del debutto e a bloccare il tiro dagli undici metri. Lucido, freddo, impeccabile: il portierino granata non si è fatto trovare mai impreparato, strappando applausi alla sua prima casalinga in campionato.

Adamonis, che è rientrato a Salerno grazie ad un permesso speciale della federazione lituana, ha rappresentato un’altra piacevole sorpresa della rosa della Salernitana. Il giovane portiere ha fornito le necessarie garanzie tra i pali ed ora tutti chiedono a gran voce un suo inserimento nell’undici titolare. Il lituano tiene adesso Radunovic sulla corda e di conseguenza Bollini ha evidenziato come la competitività faccia bene al gruppo: «E’ un ruolo molto particolare quello del portiere – ha ammesso il tecnico di Poggio Rusco -; calcisticamente parlando, cerco di vedere molto il lavoro settimanale, la competitività fa bene al gruppo, nel ritmo nelle scelte, nelle opportunità di entrare, vedi Kiyine quando è stato chiamato in causa ha fatto due partite molto positive; mi tengo la prestazione di Adamonis e poi strada facendo faremo valutazioni».

Adamonis, in definitiva, si è ben comportato e si è fatto trovare pronto al momento opportuno, ma modificare le gerarchie stabilite ad inizio campionato potrebbe risultare una mossa leggermente azzardata. Quello del portiere è un ruolo particolare e far venire meno la fiducia all’estremo difensore indicato come titolare ad inizio stagione potrebbe diventare controproducente. Nello stesso tempo, caricando di eccessive responsabilità Adamonis si rischierebbe di finire nella stessa situazione che si era verificata due anni fa con Strakosha, penalizzato dal duello con Terracciano. La sana competizione aiuta, di certo, a tenere tutti sulla corsa ma, per il ruolo del portiere, probabilmente non agevola e la Salernitana quest’anno, in questo senso, si era mossa bene. Tornare sui propri passi potrebbe far sorgere nuovi problemi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. L’unico passo da fare è licenziare o far dimettere Bollini un mister incapace di far giocare gli stessi undici dopo otto partite dall’inizio del campionato, al di là di infortuni e squalifiche e soprattutto senza aver capito ancora con che modulo è meglio giocare con l’organico a disposizione e il tutto nonostante gli “avvisi” della proprietà….mah?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.