I fatti del giorno: lunedì 9 ottobre 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
CENTINAIA MIGLIAIA PERSONE A BARCELLONA CONTRO INDIPENDENZA
PUIGDEMONT, DICHIARAZIONE PREVISTA DA LEGGE REFERENDUM

Centinaia di migliaia di persone – 350mila per la polizia,
950mila per gli organizzatori – hanno invaso il centro di
Barcellona con le bandiere spagnole in mano per opporsi ai piani
del presidente catalano Carles Puigdemont di proclamare, forse
gia’ domani, l’indipendenza. Una moltitudine arrivata da tutta
la Catalogna e da tutta la Spagna al grido di ”Puigdemont in
prigione” e ”Siamo catalani, catalani e spagnoli”. Una
risposta di quella meta’ circa della Catalogna che vuole restare
spagnola alle altre maree umane scese in piazza negli ultimi
giorni per rivendicare l’indipendenza. ”Non siete soli”, ha
twittato il premier spagnolo Mariano Rajoy salutando il mega
raduno. Sono le 48 ore piu’ critiche del conflitto catalano.
Puigdemont non arretra: ”La dichiarazione di indipendenza e’
prevista dalla legge del referendum come applicazione dei
risultati: applicheremo quanto dice la legge” ha ribadito.
—.

ARRESTATO A FERRARA UNO DEI FRATELLI AHMED, KILLER MARSIGLIA
ACCUSA, POTREBBE ESSERE STATO LUI A RADICALIZZARE FRATELLO

E’ stato arrestato ieri sera dall’Antiterorrismo della Polizia
mentre si aggirava disarmato per le vie di Ferrara Anis
Hannachi, uno dei fratelli di Ahmed, il killer che alla stazione
di Saint-Charles di Marsiglia ha ucciso a coltellate le cugine
Laure e Marianne. Gli uomini della Digos di Bologna e Ferrara
hanno dato esecuzione ad un mandato di arresto europeo emesso
dalle autorita’ francesi. L’accusa ipotizzata dagli inquirenti
transalpini nei confronti del 25/enne tunisino e’ partecipazione
ad associazione terroristica e complicita’ nel delitto commesso
dal fratello: potrebbe essere stato lui, sarebbe questa
l’ipotesi investigativa, a radicalizzare Ahmed, indottrinandolo
e avvicinandolo ai principi della jihad.
—.

ROTTURA A SINISTRA TRA CAMPO PROGRESSISTA E ARTICOLO 1
SPERANZA, BISOGNA CORRERE. PISAPIA, BUON VIAGGIO A SPERANZA

Rottura a sinistra tra Campo Progressista ed Articolo 1. E’
stato il leader di Mdp Roberto Speranza in un’intervista al
Corriere della Sera ad imprimere un’accelerazione al progetto di
un nuovo soggetto politico anche senza Giuliano Pisapia.
”Bisogna correre, Pisapia e’ naturalmente protagonista di
questa storia, ma non si puo’ piu’ perdere un solo minuto e
neanche stare li’ a parlare tutti i giorni di nomi dei big,
invece che di proposte” ha detto Speranza. L’esponente di Mdp
ha in mente anche una data, il 19 novembre, per celebrare
l’assemblea costituente. La replica del leader di Campo
Progressista non si e’ fatta attendere: ”Buon viaggio a
Speranza. Non credo nella necessita’ di un partitino del 3%”.
—.

TORNA IN USA POLEMICA SU PROTESTA GIOCATORI FOOTBALL
ALCUNI IN GINOCCHIO DURANTE INNO E VICEPRESIDENTE PENCE VIA

Torna con prepotenza nella domenica pomeriggio americana la
polemica sulla protesta in campo dei giocatori di football, in
ginocchio durante l’inno nazionale. Con il vicepresidente Mike
Pence che lascia lo stadio di Indianapolis quando alcuni dei
giocatori replicano il gesto durante l’incontro tra i 49ers e i
Colts. Su Twitter Trump approva e spiega subito di aver chiesto
lui a Pence di reagire, nel caso si fosse ripetuto il gesto.
Intanto l’amministrazione Trump invia al Congresso una serie di
punti che costituiscono le richieste per stilare la riforma
sull’immigrazione. Le richieste includono tra l’altro
cambiamenti per il sistema di rilascio della ‘carta verde’,
l’assunzione di altre 10mila guardie di frontiera e la
costruzione del muro al confine con il Messico.
—.

RILASCIATO IN VENEZUELA GIORNALISTA ITALIANO DI MATTEO
ERA STATO ARRESTATO DURANTE INCHIESTA IN CARCERE TOCORON

Roberto Di Matteo, il giornalista italiano arrestato in
Venezuela, e’ stato rilasciato dalle autorita’. Insieme a lui
sono tornati in liberta’ anche il collega svizzero Filippo Rossi
e quello venezuelano Jesus Medina. I tre erano stati fermati
mentre stavano conducendo un’inchiesta nel carcere di Tocoron,
nello Stato di Aragua. ”E’ una buona notizia”, ha detto il
ministro degli Esteri Angelino Alfano commentando il
proscioglimento da ogni accusa del reporter. ”Roberto e’
libero”, ha scritto immediatamente su Facebook anche il padre,
Antonio, sottolineando poi – all’ANSA – che ”non sappiamo se
adesso potra’ restare in Venezuela o dovra’ rientrare in
Italia”.
—.

CALCIO DA’ ADDIO AD ALDO BISCARDI, IDEATORE PROCESSO LUNEDI’
ITALIA IN ALBANIA GUARDA A SORTEGGIO. GP GIAPPONE A HAMILTON

Il mondo del calcio da’ l’addio ad Aldo Biscardi. Il giornalista
e conduttore televisivo, famoso per l’ideazione e la conduzione
del ”Processo del Lunedì” e’ morto alla soglia degli 87 anni,
che avrebbe compiuto tra poco piu’ di un mese. Il suo fortunato
primo talk show sul mondo del calcio, che aveva lasciato nel
2015, vanta il record di longevita’, certificata dal Guinness
dei primati, che ne aveva riconosciuto gia’ nel 2013 33 edizioni
consecutive con lo stesso conduttore. La nazionale italiana
affronta stasera a Scutari l’Albania di Christian Panucci
nell’ultima partita del girone di qualificazione ai Mondiali
2018. Con la certezza matematica degli spareggi acquisita grazie
alla vittoria del Belgio sulla Bosnia, gli azzurri devono
vincere in modo da evitare un sorteggio difficile nel playoff
per andare in Russia. In Formula 1 Lewis Hamilton, su Mercedes,
ha vinto il Gran Premio del Giappone, 16/a prova del Mondiale, e
si e’ portato a +59 punti in classifica su Sebastian Vettel,
tradito da una candela e ritiratosi nei primi giri. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.