Crisi: l’Ance Aies chiede di cantierare il cantierabile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Un’associazione, tre eventi. Sarà una giornata particolarmente intensa e ricca di spunti d’interesse quella in programma lunedì 23 ottobre e che vedrà l’Ance Aies Salerno impegnata su tre fronti particolarmente caldi. Alle 16, presso l’hotel Mediterranea, nel corso dell’assemblea generale dei soci il presidente provinciale, Vincenzo Russo, relazionerà il comparto sullo stato dell’arte anche alla luce dei recenti avvenimenti.

“Costruzioni: Quale futuro?” questo il titolo della relazione predisposta dal massimo dirigente del comparto edile in provincia di Salerno dove, nonostante la crisi, gli investimenti nel settore rappresentano oggi il 13,6% del Pil provinciale (rispetto al 21% nel 2008). Un dato in controtendenza con il nazionale che evidenzia una debolissima ripresa, i dati della Cassa Edile, invece, certificano ufficialmente la grave crisi del Comparto con perdita del Fatturato – solo per il 2017 – del 42,5%.

Per far fronte alla crisi l’Ance Aies Salerno chiede, allora, di “CANTIERARE IL CANTIERABILE” basti pensare che, ad esempio, rispetto alla programmazione Fondi Fers 2007/2013 vi sono ancora 315 cantieri aperti in provincia di Salerno per una spesa residua di oltre 200 milioni di euro, a cui vanno aggiunte le opere di cui ai Grandi Progetti rifinanziate con il Poc 2014-2020, per oltre 400 milioni, già appaltate e che sono ancora in attesa di essere cantierate.

Possono, inoltre, essere cantierati oltre 120 interventi, riconducibili alla vecchia programmazione 2007/2013 che sono state recentemente rifinanziate per un importo complessivo di oltre 600 milioni di euro.

Subito dopo si terrà l’Assemblea Pubblica dell’Ance Aies alla quale porteranno i saluti il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, il presidente della Provincia Giuseppe Canfora, il presidente di Confindustria Andrea Prete, assemblea che precederà la presentazione del progetto, elaborato da un pool di architetti coordinato dall’ingegnere Giovanni Veneri con la collaborazione di Mauro Smith, per la costruzione di un polo scolastico nel quartiere di Mariconda a Salerno.

Il Progetto consiste in un adeguamento funzionale con la riqualificazione energetica della Scuola “Pasubio” , la demolizione  della Scuola media “Vernieri” e la costruzione,  nella stessa area, di una palestra/auditorium, di due nuovi edifici scolastici antisismici a energia “quasi zero” con strutture portanti in legno.

In conclusione il convegno “Internazionalizzazione, le opportunità offerte dalla Bulgaria” al quale parteciperanno, tra gli altri, l’Ambasciatore della Repubblica di Bulgaria, Maryn Raykov, e il presidente di Confidustria Bulgaria Maria Luisa Meroni. Le conclusioni saranno affidate al presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, il presidente Nazionale Confindustria, Vincenzo Boccia e il presidente Ance Aies Salerno, Vincenzo Russo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.