CyberCulture. In Ateneo la Lectio magistralis del dott. Paolo Ciocca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Questa mattina l’Aula Magna dell’Università di Salerno ha ospitato la Lectio magistralis dal titolo “CyberCulture” tenuta dal dott. Paolo Ciocca, Vicedirettore generale del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Repubblica-Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La Lectio è stata aperta dai saluti istituzionali del Rettore Aurelio Tommasetti e del Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, Comandante delle Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano, con l’introduzione del Direttore del Dipartimento di Informatica dell’ateneo salernitano, Alfredo De Santis.

“Come Ateneo da sempre accanto alle istituzioni che operano a garanzia del territorio, siamo lieti di poter contribuire concretamente alla lotta alla minaccia cibernetica, a difesa della sicurezza di ciascuno – ha dichiarato in apertura dei lavoro il Rettore Aurelio Tommasetti – dall’altro lato siamo pronti a cogliere l’opportunità di confrontarci in scenari nuovi, estremamente stimolanti e di grande interesse strategico. Siamo onorati che istituzioni che operano quotidianamente a difesa del sistema paese scelgano la nostra università per avviare un programma di azioni in ambiti così delicati e dirimenti”.

La Lectio magistralis del dott. Paolo Ciocca ha affrontato i punti salienti del tema della CyberCulture. “La minaccia sul mondo cibernetico è in crescita perché siamo sempre più interconnessi e aperti – ha dichiaratoPaolo Ciocca.

Il punto di riflessione fondamentale della mia Lectio è che il cyber è sempre un mezzo più che un fine. Il problema vero è capire cosa c’è dietro un attacco e perché avviene quell’attacco. La sinergia con l’università diventa centrale perché l’università produce ricerca e innovazione, una ricerca in grado di intercettare efficacemente le eventuali vulnerabilità ma anche le nuove opportunità”.

Sulla base dei presupposti di collaborazione tra i due enti, al termine della Lectio, il rettore Tommasetti e il generale De Leverano hanno sottoscritto un accordo di collaborazione e mutua cooperazione tra l’Università degli Studi di Salerno e il Comando delle Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano sui temi della cybersecurity, allo scopo di favorire l’osmosi fra il mondo della ricerca universitaria ed i settori più strategici del paese.

Il protocollo d’intesa sottoscritto contempla attività di reciproca collaborazione nella formazione in ambito cybersecurity a sostegno di una cultura della sicurezza che valorizzi le risorse umane, la  realizzazione congiunta di studi e ricerche nel campo della sicurezza informatica, così come la  partecipazione congiunta a progetti finanziati di interesse comune.

INTERVISTA VIDEO AL RETTORE TOMMASETTI

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.