Parcheggiatore abusivo condannato a 19 mesi di carcere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Un 38enne originario del Marocco, Noureddine Touga è stato condannato ad 1 anno e sette mesi per tentata estorsione nei confronti di un dipendente di una rivendita di patate fritte a corso Vittorio Emanuele. A darne notizia il quotidiano La Città oggi in edicola.

Il 38enne era già noto alle forze dell’ordine perchè accusato di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Il posteggiatore minacciò di sfasciare tutto se non gli fosse stata data una porzione di patatine, iniziando a dare a pugni nella vetrina e calmandosi solo all’arrivo delle forze dell’ordine.

Lo straniero adesso è in custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’inchiesta sui parcheggiatori abusivi. A lui è attribuita la gestione abusiva dei posti auto in piazza Matteo Luciani (di fronte al teatro Verdi) e in via Monti nel centro storico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Una volta,a fine nottata, si lamentava che aveva incassato solo 70 €uro invece dei soliti 100 €uro.
    Bene si continui così e si tenga alta l’attenzione sul fenomeno in particolar modo durante le luci d’artista.

  2. Andate difronte all’ospedale dove c’è la traversa della metropolitana, o parcheggio vicino al polo nautico… sempre lì, sempre gli stessi ….

  3. Fuori dalla città a calci in…. Non gli vogliamo nella nostra città. Che siano cittadini italiani o immigrati. Forza Così Attenzione al Massimo

  4. su forza mo organizziamo una bella fiaccolata per riaverlo in libertà… centri sociali piddistiii boldriniani dove siete??

  5. Perché non lo riaccompagnano a calci in culo in Marocco? Perché continuiamo a tenerlo i Italia?

  6. Questo guadagna più di me…. e vuole le patate fritte gratis.

    Mi sa che in carcere non ci finisce con soli 19 mesi, visto il nostro illuminato sistema legislativo.

  7. Io abito in una delle zone dove questo pinguino faceva il parcheggiatore abusivo, prima di essere arrestato… da me è venuto una sola volta, un apaio di anni fa, a chiedermi l’obolo per la sosta… gli ho detto giusto tre parole e non l’ha fatto più. Basta poco, credetemi…

  8. con una condanna del genere e’ sempre peggio. Sta fuori e se ne fotte di tutti. Ma mi dite cosa ha da perdere?

  9. Il Corano dice:Chi sbaglia paga.Invece voi cristiani sbagliate e sbagliate tanto c’è il perdono.
    Questo e razzismo strisciante.

  10. Ne abbiamo già abbastanza in Italia di farabutti del genere….potermmo tranquillamente fare almeno di feccia del genere

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.