Aggressione vigili su Lungomare Salerno, Noi con Salvini: ”Esercito in strada”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Continuano gli episodi di aggressione a Salerno. Nel pomeriggio di domenica, il Lungomare si è verificata l’ennesima lite tra extracomunitari che ha portato al ferimento di una vigiliessa, intervenuta per sedare la discussione. Il movimento giovanile Noi con Salvini esprime la sua solidarietà alla vigilessa in questione e chiede interventi immediati.

“Questi episodi di cronaca dimostrano, ancora una volta, quanto scarseggi la sicurezza in città. È inammissibile continuare a leggere di aggressioni ai danni di cha il compito di vigilare sulla città affinché si rispettino le regole. La sicurezza è totalmente assente ed è arrivato il momento di prendere provvedimenti seri”, dichiara il coordinatore provinciale giovanile Tiziano Sica che si dice pronto a collaborare con l’amministrazione comunale e scendere ancora una volta in piazza per contribuire concretamente ad aiutare la città ed i cittadini.

“Ribadiamo, ancora una volta, la necessità dell’esercito in strada. Il Lungomare è sempre più nelle mani di delinquenti e malintenzionati e non possiamo più permettere che tutto questo diventi l’ordinarietà”, conclude Sica.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. ma Salvini non è quello che ci ha schifati dicendo che campiamo sulle spalle del nord perchè siamo dei fannulloni??? come vi dimenticate presto ha perfettamente ragione la Lega

  2. forza salvini basta con questi comunisti e berlusconiani hanno rotto sono peggio degli extracomunitari

  3. seguire salvini per un meridionale è vergognoso.
    il caro leghista si servirà dei seguaci del sud per tentare di pulire le cazzate che per anni ha detto sul meridione, ed i fessacchiotti del sud son caduti nella rete. chi predica secessione, chi vuole la padania non è degno di essere votato da un meridionale.
    attenti alla volpe salvini che in questi giorni proclama che vorrebbe unirsi al giullare grillo, altro falso, ma i suoi affari li sa fare bene………….

  4. continuare a fare le pecore è vergognoso:prendete esempio di chi ci mette le faccia e si ribella allo schifo in cui è ridotta l’Italia.
    io sono del SUD e voto Salvini.

  5. Ma perché mobilitare l’esercito? Rimandiamo a casa loro tutti quelli che non hanno un lavoro fisso e riprendiamoci la nostra città!

  6. “..ma di cosa stiamo parlando?” PD ormai allo sbaraglio! E’ un movimento ormai spento che non ha più idee, se non quelle di fare un finto digiuno della fame, in onore di questi immigrati. Si preoccupasse dei problemi reali che l’Italia risolvendo quelli si può parlare di immigrazione e di integrazione. Ma ha aggiunto nuovi problemi ad altri gia esistenti! Che vegogna! Mi fanno pena solo quei che non hanno ancora capito che il PD e la rovina. O forse lo hanno capito ma ci azzuppano il pane in questo schifo!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.