Sbarco choc a Salerno a bordo 26 donne morte

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Al Molo Manfredi di Salerno la nave spagnola Cantabria con 400 persone a bordo.

E’ il 22esimo sbarco di migranti a Salerno ma, rispetto ai precedenti, questa volta a bordo ci sono i cadaveri di 26 donne i cui corpi sono stati recuperati nel Mediterraneo centrale dove, un paio di giorni fa, è affondato l’ennesimo barcone della speranza diretto in Italia.

I ventisei corpi sono stati recuperati nelle acque dell’Egeo dall’equipaggio di una nave del dispositivo Eunavformed.

“Una tragedia dell’umanità – ha detto il prefetto di Salerno, Salvatore Malfi -. Credo che la procura si attiverà da subito per valutare se possa trattarsi di altrettanti omicidi”.  “Le donne decedute, di nazionalità presumibilmente nigeriana – spiega il Prefetto -, sembra fossero a bordo di un gommone dove vi erano anche uomini. Il barcone è affondato e le donne purtroppo hanno avuto la peggio, in quanto soggetti più deboli”.

Il prefetto tenderebbe a escludere collegamenti con la tratta delle donne: “Le tratte seguono altre dinamiche e altri canali. Caricare le donne su un barcone sarebbe un investimento rischioso che i signori delle tratte non farebbero, potendo perdere la ‘merce’, come la chiamano loro, in un solo colpo”.

Sulla nave spagnola, questa mattina, è salito anche il pm Luca Masini che sta seguendo la vicenda. Tutte le salme verranno trasportate all’obitorio dell’ospedale di Salerno per un primo esame esterno, oltre che per un tampone, per scoprire se le donne morte abbiano anche anche subito violenze.

In base agli elementi raccolti, il professor Antonello Crisci, perito della Procura, insieme alla sua equipe, valuterà se procedere con le autopsie. Una volta ultimati tutti gli accertamenti, nove cadaveri verranno sepolti nel cimitero del Comune di Salerno e i restanti nei comuni limitrofi.

In base al piano elaborato dalla Prefettura in dodici resteranno nel cimitero di Salerno, le altre vittime, invece, verranno seppellite nei Comuni che hanno accettato la tumulazione nel proprio cimitero. Baronissi, Battipaglia, Cava de Tirreni, Montecorvino Rovella, Pellezzano, Contursi Terme, Sala Consilina, Petina, Sassano, Montesano sulla Marcellana, Atena Lucana, Polla, Pontecagnano, qui resteranno queste ennesime morti, in quasi tutti una sola vittima, in un paio di Comuni ci saranno due tumulazioni.

Per quanto riguarda invece gli altri 375 migranti è stata predisposta ieri anche la ripartizione dell’accoglienza. Tra di loro ci sono nove donne in avanzato stato di gravidanza  ricoverate, tutte o quasi, in ospedale, al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona per restare sotto controllo e far sì che le attività vitali dei feti vengano costantemente monitorate.

Sul territorio regionale dovrebbero poi restare poco più di un centinaio di persone. Gli altri, invece, dovrebbero essere suddivisi tra Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Puglia e Toscana.

Non è la prima volta che a Salerno sbarcano i cadaveri. Toccante e struggente fu il funerale organizzato dal Comune per il piccolo Austin, di soli tre anni, diventato il simbolo di una «diaspora» africana ormai senza più freni. Il piccolo, di origini nigerine, arrivò a Salerno il 9 maggio scorso in una piccola bara. Il funerale solenne fu pagato dall’amministrazione del sindaco Vincenzo Napoli che gli regalò anche i vestitini necessari per coprirlo. La sua bara fu poi tumulata nel campo fiordaliso del cimitero di Salerno e vicino a lui la mamma, che lo accompagnò insieme al papà in quel drammatico percorso, gli pose un piccolo peluche.

Sono 259 maschi, 116 donne (di cui nove gravide), 21 bambini con meno di nove anni, 5 tra i 9 e i 15 anni, 26 maggiori di quindici anni. Ottanta migranti andranno in Lombardia,72 rimarranno in Campania, 30 raggiungeranno il Lazio, 50 verranno portati in Emilia Romagna e altrettanti in Piemonte, 40 in Veneto, Puglia e Toscana.

La quota di ripartizione tra le province campane dipende dal numero di minori che sono a bordo. Quelli non accompagnati resteranno, per legge, affidati proprio all’amministrazione dove arrivano.

Ragazzini che potrebbero presto trovare dei tutori legali appena formati dal Comune di Salerno che, dopo mesi di lavoro e sinergie istituzionali a vari livelli, è riuscito ad avviare un percorso che potrebbe presto condurre a un nuovo tipo d’accoglienza fondato sull’affido dei minori non accompagnati a famiglie che ne facciano richiesta e risultino essere idonee come scrive Il Mattino oggi in edicola.

VIDEO

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Nave spagnola ma i clandestini vengono portati in Italia, ho contato 8 imbarcazioni tra guardia di finanza, guardia costiera, polizia, decine di ambulanze, oltre un centinaio tra guardia costiera, finanzieri, poliziotti (chi parlava al cellulare..altri in altre faccende affaccendati lontani dal luogo dello sbarco) in regolare straordinario festivo, altri “volontari” a pagamento, presidenti Onlus con auto di lusso, carri funebri Mercedes (forse i furgoni della Mortuaria costano poco?). Basta questo per capire chi guadagna sui viaggi dei mercanti di morti e nuovi schiavi?
    Possiamo accogliere tutta l’Africa in Europa? Dicono di scappare dalle guerre (anche in Egitto e Marocco?) ma non gli passa la voglia di fare figli. Durante la II guerra mondiale in Italia crollò la natalità.
    BASTA IPOCRISIE.

  2. In Sicilia ci sono le elezioni e il ministro fallito dei noantri fa sbarcare in calabria , puglia e campania.Gli sbarchi non sono mai cessati e nelle ultime 48 ore sono arrivati altri 2000 migranti .Intanto l’istat certifica il record delle morti nel 2017, segno che tutte le risorse sociali vengono spese per i nuovi arrivati a discapito delle persone anziane e i deboli nostrani.E l’italietta rimane sola ad accogliere tutta l’africa. Scientemente i governanti hanno deciso di distruggere il paese o di trasformarlo in brevissimo tempo in una accozzaglia di popoli e costumi;dal nigeriano e le sue mafie al tunisino a cui è stata condonata la pena e se ne viene nell’Italietta dove tutto è permesso.Lo dice il sindaco PD di Ventimiglia dichiarando la cittadina preda della delinquenza specialmente tunisina. Intanto che si chiudono i reparti di maternità di molti ospedali , accorpandoli e lasciando intere zone del paese e le donne incinta abbandonate,subito ci si prende cura delle africane incinte che ovviamente attratte dallo ius soli se ne vengono a partorire gratis in questo disgraziato paese;Cinismo?No, realtà.Quanti minori non accompagnati sono sbarcati ultimamente?E perché i loro cari genitori li mandano in italia?Ma perché sanno benissimo che la repubblichetta si deve prendere cura di loro per legge ,legge idiota ma legge dello Stato di presunti difensori della civiltà.Che invece di riportare i predetti minori alle ambasciate e ricongiungerli ai loro furbi familiari, li scaricano addosso ai comuni e ai loro risicati bilanci.Risultato?Mancano risorse per i disabili italiani, il trasporto scolastico ,le mense scolastiche e tutto il resto, essendo le risicate risorse spese per legge per minori altrui. Cinismo?La realtà e’ che si sta riempiendo il paese di nuovi poveri culturalmente molto diversi ;si sta importando delinquenza e l’italia debole ne paga le consequenze. Ma come si fa a portare l’età della pensione a 67 anni ed accollarsi 200 mila persone ogni anno cioè molto più di quelle che dovrebbero andare in pensione.E’ follia pura di governanti folli.

  3. Da stasera, nuovi spacciatori nel nostro lungomare, bene!!! Che fine sto paese, governato da una vera e propria, “DITTATURA LEGALIZZATA” !!! chiamiamo le cose col loro nome dai … (Esposito, pubblicare senza censure -grazie)

  4. Prima cosa il progetto presunto si chiama Kalergi, seconda cosa è una bufala che circola da anni. Poi onestamente se potessi soppiantare qualche ignorante con qualche migrante un minimo più colto sarei contento (in un’ottica di meritocrazia…)

  5. Chissà perché come si evidenzia che sti politici sono porci,che l’amministrazione comunale di Salerno è composta da gente inetta seguaci, lecchini e sottomessi ai suddetti porci, che tutta sta’ gente che vanno a prendere fino a casa loro porta e ha portato solo delinquenza e nuove(vecchie) malattie, che sono solo un business per i su citati porci che dei cittadini italiani e dei loro problemi SE NE FOTTONO, si viene puntualmente censurati.
    La stampa ed i giornalisti italiani sono corrotti e collusi con la politica e ci danno solo notizie di comodo.
    Schifo totale

  6. vergona la sinistra non fa altro che condannare questi poveri migranti tra malavita e morte per annegamento vergogna investiamo nei loro paesi forse è la cosa piu logica mettiamo fabbriche creiamo strutture per far crescere questa gente adesso basta in itali siamo pieni state creando una guerra tra poveri vergogna speriamo che dio vi possa giudicare per quello che fate e che continuate a fare senza aere rispetto per gli onesti

  7. Si vabbe’ ma a conti fatti credete che loro nn sappiano i rischi che corrono? Ma ne vale la pena perche’ una volta giunti l’ Italia e’ una cuccagna. Per favore prestate qualche virgola e qualche accento a Formisano che quando si infervora scrive ancora peggio del solito

  8. Imbecille…!!! Io, contesto il fatto, che questi animali richiedano il sedicente diritto di Asilo Politico e che poi, vengano qui in Italia a fare ben altro!!! Taci, servo incosciente del sistema corrotto e compiacente di questa classe politica PUTTANA !!! Esposito pubblica integralmente)

  9. Tutti a casa a calci in c***! Senza se e senza ma. Perchè dobbiamo fare distinzioni?. Chi non è daccordo può prendere il primo gommone e andare a fare il missionario in africa..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.